Milano punta sulla scuola 'ecologica' | Edilone.it

Milano punta sulla scuola ‘ecologica’

wpid-20792_scuolamilanoaxum.jpg
image_pdf

Con l’inizio del nuovo anno il Comune di Milano ha inaugurato una nuova scuola secondaria di primo grado, la prima negli ultimi 40 anni. La struttura sita in Piazza Axum 5 si caratterizza per il suo rispetto dei canoni dell’edilizia ecocompatibile contemporanea, e per essere dotata di specifiche caratteristiche antisismiche e di un sistema fotovoltaico.

La scuola media di piazza Axum è costituita dal piano terra e da due piani per 4.800 metri quadrati totali. Le aule a disposizione per le lezioni sono 16, situate al primo e al secondo piano. Per le attività didattiche sono operative 6 aule per l’educazione musicale, 6 per i laboratori, 2 aule informatiche, una palestra. Al piano terra, assieme agli uffici amministrativi, sono collocate due aule magne e un refettorio.

Grazie a un insieme di accorgimenti la nuova struttura funziona a basso impatto ambientale: l’impianto fotovoltaico di 80 pannelli installati sul tetto è infatti in grado di erogare fino a 20 KW, garantendo non solo l’autonomia energetica della scuola, perché l’impianto riesce a soddisfare buona parte del fabbisogno energetico, ma permette ad essa anche di produrre energia pulita durante la pausa scolastica estiva.

I pannelli solari termici consentono di massimizzare anche il risparmio energetico per una corretta gestione del riscaldamento, limitando l’impiego del gas metano per la produzione di acqua calda sanitaria. In questo modo la centrale termica non viene impiegata durante la stagione primaverile, con un risparmio generale che si attesta sul 30% rispetto alle normali condizioni.

Inoltre l’edificio è stato progettato con caratteristiche di resistenza ai terremoti: è infatti suddiviso in 4 corpi indipendenti staticamente e in grado di oscillare e muoversi in modo autonomo. Il comportamento autonomo di ogni struttura è garantito dalla presenza di giunti, opportunamente dimensionati ed in grado di assorbire, in caso di sisma, gli spostamenti e le deformazioni.

La nuova scuola sostituisce il vecchio edificio chiuso e demolito nel 2007. Darà spazio a 400 studenti, che proseguiranno l’anno scolastico già nel nuovo stabile. “Gli alunni potranno studiare in una struttura all’avanguardia, sicura, che rispetta l’ambiente e costruita a garanzia della massima funzionalità” hanno commentato Carmela Rozza, assessore ai Lavori pubblici e Francesco Cappelli, assessore all’Educazione e Istruzione.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Milano punta sulla scuola ‘ecologica’ Edilone.it