III Rapporto Apat ambiente urbano: il verde in crescita | Edilone.it

III Rapporto Apat ambiente urbano: il verde in crescita

wpid-Traffico2.jpg
image_pdf

Si è svolta il 18 gennaio 2007 a Roma la presentazione del “III Rapporto APAT sulla qualità di 24 città italiane“, presieduta dal Commissario Straordinario dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente, Avv. Giancarlo Viglione, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e del Ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi. Sono intervenuti all’incontro i Sindaci Walter Veltroni (Roma), Michele Emiliano (Bari) e Umberto Scapagnini (Catania), il Presidente dell’ANCI Leonardo Domenici e il Presidente della Provincia di Napoli Riccardo di Palma.

Secondo il rapporto, tra i maggiori responsabili dell’inquinamento, ci sono le emissioni dovute al traffico veicolare. I valori di PM10, ozono e biossido di azoto non accennano infatti a diminuire. I dai attinenti al traffico veicolare rivelano che il parco autovetture continua a crescere nelle 24 città con più di 150 mila abitanti prese in esame; in quasi tutte si supera la quota di 500 autovetture ogni 1000 abitanti. Molte superano addirittura quota 600, e Roma arriva a 732 autovetture per 1000 abitanti. Il confronto con l’Europa mostra che in seno ad essa, Italia esclusa, solo 6 città su più di 160 superano la soglia di 500 autovetture per 1000 abitanti.

La produzione di PM10 è anche di origine industriale ed un contributo rilevante si riscontra nei comuni in cui sono localizzati grandi poli industriali: Taranto (93%), Venezia (75%) e Genova (49%). A Roma, invece, il contributo stimato del trasporto su strada sul totale delle emissioni di PM10 è pari al 70%.

Più incoraggianti i dati che riguardano il verde urbano, con una disponibilità pro-capite in aumento nell’88% delle città, con una crescita media di 4,5 m2/abitante dal 1999 al 2003. Cresce il verde gestito dai comuni dal 1999 al 2003: nel 75% delle città mediamente dell’1,4% (con un massimo di 6,6% a Palermo). I dati più recenti, relativi al 2003, mostrano un valore medio del verde rispetto alla superficie comunale pari a 4,9%. Trattandosi del solo verde di gestione comunale, i valori riportati rappresentano una sottostima di tutto il verde presente nelle città.

Neanche l’indicatore rifiuti è positivo. In generale c’è un aumento della produzione. I più elevati valori pro capite si riscontrano, nel 2004, a Prato e Catania e nelle città a maggiore vocazione turistica – Firenze, Venezia e Roma. Alcune città come Verona, Genova e Milano fanno registrare valori di produzione di rifiuti urbani pro capite particolarmente bassi.
Padova è la città che ha raggiunto la più alta percentuale di raccolta differenziata, con circa il 40%.

La presentazione integrale dell’Apat è disponibile sul sito ufficiale:
http://www.apat.gov.it/site/it-IT/

Copyright © - Riproduzione riservata
III Rapporto Apat ambiente urbano: il verde in crescita Edilone.it