Dalla Thailandia una casa galleggiante | Edilone.it

Dalla Thailandia una casa galleggiante

wpid-9045_casaanfibio.jpg
image_pdf

I disastri ambientali, spesso conseguenza dell’inquinamento dell’uomo, sono avvenimenti sempre più frequenti nel mondo. negli ultimi anni si sono susseguiti  terremoti, incendi, alluvioni, tornado, tifoni, tsunami. Alcuni paesi di certo sono in zone geografiche particolarmente pericolose. E’ il caso ad esempio della Thailandia, che proprio per questo motivo ha commissionato a due studi di architettura la ricerca di una soluzione definitiva ai disastri in caso di alluvione.

L’idea proposta dal Site Specific and Prefab Laboratory di sicuro sembra a prima vista essere in contrasto con il concetto comune di casa-edificio stabile e sicuro. Le piattaforme prefabbricate proposte infatti si basano su un sistema di galleggiamento, installato in una trincea scavata sotto l’abitazione che, in caso di alluvione, si riempie d’acqua gradualmente e, raggiunta la soglia limite, solleva la casa.

Il modello è stato battezzato casa anfibio, è frutto della ricerca avanzata nel campo dell’architettura ecosostenibile e svolge la funzione di una sorta di scialuppa di salvataggi.

La struttura è anche provvista di sistemi per la raccolta di acqua piovana, impianti solari termici ed eolici autonomi che permettono di fornire energia alla casa anche quando i sistemi generali vanno in tilt come avviene spesso in caso di alluvione. Altra particolarità del progetto è che le case sono state pensate per essere costruite in gruppi di 5-10 edifici, mini-comunità che potrebbero aiutarsi in caso di disastro e riunirsi rendendo più agevoli i soccorsi.

A.U.
{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Dalla Thailandia una casa galleggiante Edilone.it