Catafiori rifrangenti nella rotonda Round Blur | Edilone.it

Catafiori rifrangenti nella rotonda Round Blur

wpid-RoundBlurTorino.jpg
image_pdf

Si chiama Round Blur ed è una rotonda colorata, fusione tra piante di erica e fiori catarifrangenti, tra erba sintetica e asfalto bianco riflettente. Si può raggiungere con il tram e osservare dalla macchina percorrendo la rotonda. Una rotonda colorata di giorno che brilla di luce riflessa di notte. Round Blur si trova a Torino, tra Corso Unione Sovietica e Strada del Drosso. Il suolo della rotonda, in asfalto, è ricoperta da una vernice bianca rifrangente con perline di vetro premiscelate, la stessa utilizzata per le strisce pedonali. All’interno della piazza la presenza di tre alberi crea una zona naturale incerta. Vi sono anche aiuole circolari allineate rispetto ad una griglia di 4 m; queste creano dei cerchi di prato sintetico. Sul suolo naturale crescono piante di erica nel manto erboso: tre tipi di erica, formano una gradazione di colore che dal bianco passa al viola. Dal suolo inerte, sorgono invece elementi artificiali abitano il suolo inerte. Si chiamano ‘catafiori‘ e ve ne sono 320: sono insoliti e divertenti fiori artificiali realizzati con steli metallici e catarifrangenti di auto.

A realizzare quest’opera, sorta di ibridazione tra il territorio naturale e quello urbano, è stato un gruppo di giovani architetti romani, Nicole FVR / 2A+P Architettura. L’opera, completata nel 2005, ha vinto nel 2003 la 6ª edizione del Premio ‘ArteGiovane, Torino Incontra…l’Arte: una porta per Torino’, promosso dall’associazione Artegiovane, in collaborazione con Torino Incontra, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo, GTT e con il patrocinio della Regione Piemonte, della Città di Torino e della Circoscrizione 10.

La realizzazione di Round Blur, costata 68.000 euro, è stata curata dalla Città di Torino – Servizi Tecnici, Settore Grandi Opere del Verde Pubblico.

Copyright © - Riproduzione riservata
Catafiori rifrangenti nella rotonda Round Blur Edilone.it