Case ecologiche: l'esempio di O+Zeropositivo | Edilone.it

Case ecologiche: l’esempio di O+Zeropositivo

wpid-24376_vistaprospetticaingresso.jpg
image_pdf

Ha inaugurato lo scorso 11 luglio la mostra “La casa e la città. Nuovi modi dell’abitare sostenibile” negli spazi del Macro-Testaccio a Roma, dove sono esposti i prototipi di 45 metri quadrati delle case ecologiche costruite sulla base dei progetti degli architetti vincitori del concorso Eco-Luoghi 2013 – “Case per un abitare sostenibile”.

Il concorso – promossi da Mecenate 90, dal ministero dell’Ambiente e da Unioncamere – ha visto la partecipazione di oltre cento architetti e ingegneri che hanno presentato innovativi progetti che coniugano qualità architettonica, risparmio energetico, rispetto dei paesaggi e recupero di aree industriali e periurbane dismesse in diverse parti del nostro Paese.

La giuria, presieduta da Luca Zevi, ha individuato 10 vincitori dei quali, 7 prototipi realizzati saranno visitabili fino al prossimo 20 settembre tutti i giorni dalle 16 alle 22. Tra i progetti vincitori di Eco-Luoghi 2013, O+zeropositivo, “la casa semplice minima leggera”, dello studio reggiano Laboratorio di Architettura Architetti Associati è concepita intorno a cinque temi che ne definiscono identità e riconoscibilità.

Innanzitutto,O+zeropositivo si caratterizza per la ricerca della semplicità e dell’essenzialità, persegue l’obiettivo di un minore uso del suolo libero, minori consumi, minori costi di costruzione; è concepita come una banca di energia, produce più di quello che consuma; unisce l’efficienza di un involucro leggero isolato alla massa della terra cruda con funzione termo-igro regolatrice.

Sul fronte delle materie prime, O+zeropositivo è costruita interamente con tecnologie a secco, è pensata come una banca di materie prime riutilizzabili una volta in disuso. Infine, il progetto interpreta il concetto di “zero”: zero energia, zero CO2, kilometro zero (materiali e ortaggi), riciclo dei rifiuti e compostaggio, recupero dell’acqua piovana.

Grazie alla collaborazione di alcune aziende italiane già attive nel campo dell’abitare sostenibile è stato realizzato un prototipo in scala 1:1 della casa ecologica: Laboratorio di architettura – progetto e coordinamento CasaAttiva (Il legno su misura) – strutture e rivestimenti in legno GerikoEngineering – tecnologie per l’isolamento naturale Dieffe legno – infissi e porte in legno Hydroplantslandscape design – progetto e realizzazione di spazi esterni Bertani srl – arredo bagno Agape – arredo bagno Davide Groppi – illuminazione – Fi Ma – arredo urbano.

Copyright © - Riproduzione riservata
Case ecologiche: l’esempio di O+Zeropositivo Edilone.it