Casa 100K: modello condominiale a basso costo e impatto ambientale | Edilone.it

Casa 100K: modello condominiale a basso costo e impatto ambientale

wpid-casa100k.jpg
image_pdf

Solo 100 mila euro per 100 metri quadrati a zero emissioni di CO2. La Casa 100K di Mario Cucinella Architects è stata presentata lo scorso 11 settembre nell’ambito dell’11° Mostra Internazionale di Architettura presso la Biennale di Venezia. Il progetto nasce da un accordo siglato tra Mario Cucinella Architects e Italcementi Group. Il progetto resterà in mostra dal 14 settembre al 23 novembre 2008 presso il Padiglione Italiano.

Casa 100k viene presentata a Venezia all’interno del tema L’ITALIA CERCA CASA. Progetti per abitare e riabitare la città, che pone quella dell’abitare come “questione operativa centrale della nostra cultura architettonica”. Dallo scenario disegnato da una recente ricerca, ‘Housing Evolution’ di Makno & Consulting, emergono stili abitativi differenti: una casa aperta e luogo di socialità, familiare o amicale, la casa capace di rappresentare sé stessi e il proprio stile, oppure vissuta nel suo utilizzo pratico e quotidiano. La Casa da 100K€ nasce anche con l’intento di dare spazio a questi nuovi stili e ridare senso del piacere all’abitazione.

La struttura garantisce zero emissioni di CO2, grazie all’impiantistica fotovoltaica integrata architettonicamente, all’utilizzo di superfici captanti energia solare per i mesi invernali, circolazione interna dell’aria per quelli estivi, e a tutte le strategie passive adottabili per rendere l’edificio una macchina bioclimatica. Il progetto prevede, tra le altre strategie, l’impiego di 30 metri quadrati di fotovoltaico integrato all’edificio, che produce un micro reddito valutabile in 200 euro al mese, grazie ad un decreto ministeriale – conto energia – che incentiva la produzione di energia elettrica da fonte solare.

La combinazione tra nuove tecnologie, sistemi industrializzati più flessibili, una comprensione più ampia del tessuto sociale, dei bisogni dei cittadini e l’attenzione all’efficienza energetica disegnano un nuovo scenario. Per questo la ricerca propone schema aggregativo di unità abitative riunite da una serie di servizi comuni funzionali ad ogni famiglia partecipante, a favore di un’unificazione capace di produrre risparmi in termini di acquisto, gestione e manutenzione. Il concetto di abitazione proposto è quindi quello di un prodotto da personalizzare, che includa specificità costruttiva, materiali ad alte performance energetiche, capacità di adattarsi a diversi stili abitativi e risvolti economici come un mutuo o le assicurazione.

La Casa da 100 K sarà realizzata a breve a Settimo Torinese. Il suo basso costo è dovuto principalmente all’utilizzo di prefabbricati come pareti scorrevoli e curvabili o sistemi di chiusura a monoblocchi. Tutto questo consente di risparmiare ma senza sacrificare l’originalità dell’abitazione che può essere personalizzata sia all’esterno che all’interno.

Per altre informazioni, consultare il sito http://www.casa100k.com

Copyright © - Riproduzione riservata
Casa 100K: modello condominiale a basso costo e impatto ambientale Edilone.it