A Parigi si inaugura l'edifico “ad energia passiva” | Edilone.it

A Parigi si inaugura l'edifico “ad energia passiva”

wpid-5262_.jpg
image_pdf

La bioedilizia diviene una realtà sempre più tangibile. Le nuove costruzioni sono spesso caratterizzate da accorgimenti che riducono fortemente il consumo energetico degli edifici, ma il  top si raggiunge con la costruzione di strutture ad “energia passiva” che arrivano a consumare meno energia di quella che producono attraverso i loro impianti interni.

Un esempio in tal senso viene da Pantin, un comune di circa 50mila abitanti vicino Parigi, dove con l’inizio del nuovo anno scolastico sarà inaugurata una scuola che chiuderà il suo bilancio energetico in positivo, generando più energia di quanto non ne consumi.

L’edificio, spiegano i progettisti al settimanale Journal du Dimanche, ha il tetto coperto di pannelli solari, che assicurano la fornitura di elettricità, tubi solari per il riscaldamento dell’acqua e sistemi di illuminazione dei banchi all’interno che sfruttano il riflesso della luce esterna.

Per il riscaldamento, invece, sfrutta l’energia geotermica tramite un impianto sotterraneo. La struttura è stata inoltre orientata in modo da sfruttare al meglio i raggi del sole e le correnti d’aria, ed è fornita di tripli vetri e giunture stagne. Il costo per la costruzione è stato di 14 milioni di euro, il 25% circa in più che per una scuola normale, ma il risparmio energetico consentirà di ammortizzare la differenza entro 15-20 anni.

Copyright © - Riproduzione riservata
A Parigi si inaugura l'edifico “ad energia passiva” Edilone.it