14 ottobre, Giornata della normazione sugli edifici sostenibili | Edilone.it

14 ottobre, Giornata della normazione sugli edifici sostenibili

image_pdf

La bioedilizia è al centro di un notevole sviluppo ulteriormente testimoniato dall’attenzione che ad essa dedica il mondo della normazione tecnica. Le celebrazioni della Giornata Mondiale della Normazione (WSD) organizzata dall’ISO, in calendario come di consueto oggi 14 ottobre, vertono sul tema “Intelligent and sustainable buildings”. Saranno quindi dedicate agli aspetti legati all’edilizia sostenibile e intelligente.

Il comparto dell’edilizia è ai primi posti nella graduatoria delle grandi industrie globali, con conseguenze enormi per tutte e tre le dimensioni dello sviluppo sostenibile: economica, sociale e ambientale. I principi della sostenibilità edilizia non possono che combinarsi con il bisogno crescente di alta tecnologia (legato allo sviluppo della società dell’Information Technology), per ottimizzare l’efficienza energetica, la salute, la sicurezza, la comunicazione e la più completa fruibilità dell’immobile. L’obiettivo è realizzare sempre più edifici intelligenti che possano ottimizzare l’efficienza energetica, la sicurezza, la protezione, la comunicazione e il comfort. In questo contesto, lo sviluppo della normativa internazionale sviluppata da IEC, ISO e ITU accompagna lo sviluppo delle tecnologie di informazione e comunicazione (ICT) trasformandole in applicazioni pratiche che aumentano l’efficienza su scala globale.

Sono questi i processi di cui si parlerà nella giornata mondiale. I nuovi edifici commerciali, pubblici e residenziali devono far fronte ad una molteplicità di richieste: dalla resistenza al fuoco agli allagamenti, ai disastri naturali, agli attacchi terroristici attraverso l’efficienza energetica e la riduzione dell’impatto ambientale, favorendo l’integrazione con le reti ICT, così come l’accessibilità di disabili o anziani. Il consenso internazionale sulle norme per il contenimento del cambiamento climatico, il risparmio energetico, la terminologia ambientale, il rendimento, il rispetto delle specifiche ambientali per i prodotti, l’efficienza energetica e le verifiche e i controlli sui gas di emissione, può oggi fornire un solido fondamento per progettisti e architetti, ingegneri, proprietari e autorità governative per lo sviluppo di un’edilizia sostenibile.

Il lavoro degli enti di normazione, IEC, ISO e ITU ha l’intento di collegare un’edilizia intelligente e sostenibile attraverso normative che facilitano la connessione tra nuovi edifici, sviluppando metodologie e sistemi in grado di incorporare sempre più impianti tecnologici che collegano reti di distribuzione e utilizzano l’informazione digitale e i media.

Per esempio, il controllo remoto dell’illuminazione, riscaldamento, applicazioni d’uso e sistemi di sicurezza, materiali e tecnologie per il risparmio energetico stanno trasformando ”l’edificio intelligente” in una realtà. Le norme internazionali IEC, ISO e ITU applicabili alle costruzioni odierne, aumentano l’efficienza, ottimizzano le risorse, diffondono le conoscenze, facilitano il libero commercio e la corretta competizione e semplificano la progettazione e la pianificazione degli edifici. Producendo una vasta gamma di ricadute: eco compatibilità ma anche competitività dei prezzi dei prodotti e del lavoro di costruzione, maggiore qualità e sicurezza, più bassi costi di sfruttamento, riduzione degli infortuni e rapida diffusione delle nuove tecnologie a favore di una maggiore qualità della vita per l’utilizzatore e gli abitanti degli edifici.

Per altre informazioni, consultare il sito www.iso.org

Copyright © - Riproduzione riservata
14 ottobre, Giornata della normazione sugli edifici sostenibili Edilone.it