Partite Iva: 85.087 aperture a gennaio, in calo del 4,8% | Edilone.it

Partite Iva: 85.087 aperture a gennaio, in calo del 4,8%

wpid-14436_partiteiva.jpg
image_pdf

Secondo i dati dell’Osservatorio del Mef – Dipartimento delle Finanze, nel mese di gennaio 2013 sono state aperte 85.087 nuove partite Iva, con una flessione del 4,8% in confronto al corrispondente mese dell’anno precedente.

La distribuzione per natura giuridica mostra che la quota relativa alle persone fisiche nelle aperture di partita Iva si attesta al 78,9%, mentre le società di capitali sono pari al 13,4%. Rispetto a gennaio 2012, le persone fisiche registrano un calo dell’8,2%, mentre le società di capitali mostrano un aumento del 19,3%.

Riguardo alla ripartizione territoriale delle aperture, circa il 45% di esse è avvenuto al Nord, il 22,5% al Centro e il 32,3% al Sud e Isole. Il confronto con gennaio 2012 mostra che solo pochi territori hanno resistito al calo generalizzato delle aperture: Valle d’Aosta, Abruzzo, Molise e Basilicata. Le flessioni più sensibili, oltre il 10%, si registrano nella provincia di Bolzano e in Umbria.

La classificazione per settore produttivo evidenzia che il commercio continua a presentare il maggior numero di aperture di partite Iva, oltre il 21% del totale, seguito dalle attività professionali (circa il 20%), sanità ed edilizia. Rispetto al corrispondente mese del 2012, tra i settori principali i più consistenti aumenti si registrano per i settori della ristorazione (+18,3%) e dell’istruzione (+10,4%) mentre le flessioni più decise per l’edilizio (-18,2%) e professionale (-14,5%).

Relativamente alle persone fisiche, la ripartizione per sesso è sostanzialmente stabile, con i maschi cui appartiene il 62,8% di aperture di partite Iva. Il 49,4% delle aperture è dovuta a giovani fino a 35 anni e il 34% alla classe 36- 50 anni. Rispetto al corrispondente mese del 2012 solo la classe 51-65 anni mostra un aumento di aperture, peraltro modesto.

Le adesioni al regime di vantaggio, riservato ai contribuenti di piccole dimensioni che intendono iniziare un’attività d’impresa o di lavoro autonomo, in questo mese sono state 25.874, con una flessione, in confronto al gennaio 2012, di circa il 16%. Si rammenta che il nuovo regime, introdotto dal Dl 6 luglio 2011 n. 98, a partire dal 1° gennaio 2012, sostituisce quello dei contribuenti minimi: l’aliquota dell’imposta sostitutiva dovuta (in luogo di Irpef e Iva) si riduce dal 20% al 5%.

Copyright © - Riproduzione riservata
Partite Iva: 85.087 aperture a gennaio, in calo del 4,8% Edilone.it