Imu e imposte dirette: chiarimenti dalla Entrate | Edilone.it

Imu e imposte dirette: chiarimenti dalla Entrate

wpid-14391_Imueimpostedirette.jpg
image_pdf

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 5/E dell’11 marzo, chiarisce i rapporti tra l’Imu e le imposte dirette e l’effetto sostitutivo sui singoli redditi.

Per quanto riguarda gli effetti sull’imponibile Irpef, l’imposta municipale propria “sostituisce, per la componente immobiliare, l’imposta sul reddito delle persone fisiche e le relative addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari relativi ai beni non locati”, come stabilisce l’articolo 8, comma 1, del Dlgs 23/2011.

I beni non locati possono essere sia fabbricati sia terreni e l’Imu, quindi, “rimpiazza” l’Irpef e le relative addizionali regionale e comunale sui redditi fondiari derivanti dai terreni, per la componente dominicale, e dai fabbricati, non affittati e non locati, compresi gli immobili concessi in comodato gratuito e quelli destinati a uso promiscuo dal professionista.

L’Imu mantiene la sua funzione sostitutiva anche quando la sua base imponibile è dimezzata, come, ad esempio, nel caso dei fabbricati dichiararti inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati.

Scarica la circolare

Copyright © - Riproduzione riservata
Imu e imposte dirette: chiarimenti dalla Entrate Edilone.it