MARMOMACC | Edilone.it

MARMOMACC

wpid-19328_1692_marmomacc.jpg
image_pdf

E’ l’appuntamento annuale imperdibile per gli operatori del settore in tutto il mondo: Marmomacc, anche quest’anno, conferma di essere La piattaforma internazionale al servizio di imprese, associazioni di categoria ed istituzioni.  La rassegna nella quale le aziende italiane promuovono il meglio del Made in Italy come prodotti, design e macchinari.

La Mostra internazionale di marmi, pietre design e tecnologie, in programma con la sua 45ª edizione dal 29 settembre al 2 ottobre prossimi a Veronafiere, (www.marmomacc.it), dà voce ad un comparto che solo in Italia occupa circa 60 mila persone, impegnate in 11mila aziende tra industriali ed artigiane, che creano complessivamente un volume d’affari di 3 miliardi di euro.  La rassegna, lo scorso anno, ha ospitato oltre 1500 espositori, il 49% dei quali stranieri, provenienti da 54 Paesi diversi, ed accolto 53 mila visitatori professionali (da 130 nazioni) che hanno affollato i padiglioni nei quattro giorni di manifestazione.

Numeri che sottolineano ulteriormente l’importanza che la rassegna ha assunto anno dopo anno, diventando il punto d’incontro di tutti gli operatori internazionali che a Verona trovano i nuovi prodotti, le nuove tendenze di un comparto ricco di storia ma fortemente proiettato nel futuro.

A meno di tre  mesi di distanza dal taglio del nastro della 45ª edizione, le iscrizioni sono assolutamente in linea con quelle degli scorsi anni, a riprova che le aziende vedono in questa rassegna uno strumento importante per individuare nuovi mercati e nuove prospettive commerciali.

Del resto a livello mondiale il settore lapideo, che pure patisce la crisi, soprattutto come conseguenza del forte rallentamento registrato nel comparto delle costruzioni, soffre meno rispetto ad altri settori merceologici. I Paesi asiatici, in primo luogo India e Cina,  aumentano la produzione, mentre Europa e Sud America evidenziano una lieve flessione. Lo studio prodotto da «Laboratorio delle Imprese» del centro studi del Banco Popolare sul settore lapideo italiano ed internazionale evidenzia come nel 2008 (ultimo dato disponibile)  l’estrazione di materiale lapideo in Cina è arrivata a 27,5 milioni di tonnellate  (+3,8% rispetto all’anno precedente), mentre l’India ha raggiunto i 13,5 milioni di tonnellate. La Turchia poi, consolida il suo ruolo di terzo produttore mondiale con 8,2 milioni di tonnellate davanti all’Italia.  Il settore del marmo e della pietra ribadisce una capacità di reazione maggiore rispetto ad altri comparti, al punto che negli ultimi 20 anni ha generato un significativo effetto moltiplicatore quadruplicando le attività produttive e distributive.

Continua intanto la stretta collaborazione di Marmomacc con StonExpo di Las Vegas, la più importante del Nord America e quella con imprese ed associazioni per individuare altri mercati interessanti per le pietre ed i macchinari italiani.

Come tradizione, Marmomacc pone grande attenzione agli appuntamenti di carattere culturale che permettono ai progettisti, agli architetti e ai designer di tutto il mondo di scoprire applicazioni d’eccellenza per pietre e marmi.  Da segnalare in quest’ambito, oltre ai consueti appuntamenti con “Marmomacc meets Design”, che quest’anno avrà come tema "Irregolare Eccezionale" e il Best Communicator Award,  il Premio Tesi di laurea «Paesaggio, architettura e design litici» ideato ed organizzato da Veronafiere in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Verona, le cui iscrizioni scadono il prossimo 30 giugno. Da ricordare, infine, l’incontro nel quale l’architetto statunitense di origini italiane Loretta Fulvio vicepresidente e senior interior designer dello studio Hks racconterà, nel corso di Marmomacc,  come il marmo, in gran parte italiano, sia diventato il protagonista nella costruzione del mitico Cowboys Stadium di Dallas.

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti: http://www.marmomacc.com

Copyright © - Riproduzione riservata
MARMOMACC Edilone.it