Convegno annuale dell'Associazione italiana cartografia (Aic) | Edilone.it

Convegno annuale dell’Associazione italiana cartografia (Aic)

wpid-19202_3086_aic.jpg
image_pdf

Si terrà a Sassari dall’8 al 10 maggio 2013 il Convegno annuale dell’Associazione italiana cartografia (Aic). L’evento è promosso insieme ad Asita (Federazione italiana associazioni scientifiche per le informazioni territoriali e ambientali) e all’Università degli Studi di Sassari.

Il Convegno dell’Aic 2013 vuole fare il punto sulla situazione attuale della diffusione della carta e dei suoi derivati, da quella storica e del passato più recente alle nuove applicazioni di carattere informatico, rese possibili grazie agli strumenti di informazione geografica, quali i Gis, ai sistemi di telerilevamento o di posizionamento satellitare, non trascurando il mondo dei mappamondi virtuali e, oggi, del “wiki” applicato anche alla rappresentazione dei dati geografici. Un mondo estremamente variegato, in quanto la rappresentazione del territorio comporta tanti e differenti aspetti, comunque riferiti a un unico oggetto di base, nonostante l’approccio sia distinto per tecniche, presupposti, paradigmi, finalità, strumenti e tecnologie, fermo restando che chiunque, oggi, a prescindere dalla sua preparazione culturale, può produrre e utilizzare cartografia.

Nel dibattito saranno inclusi non solo i soggetti tradizionalmente produttori di cartografia (e oggi di dati spaziali correlati e interoperabili), dagli Organi ufficiali dello Stato, alle Regioni, Provincie ed Enti locali, ma anche i semplici cittadini o gli altri e tanti “produttori” di dati, al fine di delineare un quadro di riferimento da mettere alla base di conoscenze ragionate e aprire prospettive strutturate per il futuro, riferimento di tutti e per tutti. Non a caso il Convegno approda, dopo quasi venti anni, di nuovo in Sardegna. Nell’ultimo periodo, infatti, l’isola si è ben distinta rispetto alle altre Regioni per il modo in cui ha riorganizzato la sua conoscenza geo-cartografica, il che gli ha consentito di primeggiare nell’adozione del Piano paesaggistico regionale, strumento, com’è noto, di base nelle prospettive di sviluppo del territorio fondate su politiche che tengano nella giusta considerazione i valori della cultura e dell’ambiente con le esigenze di sviluppo delle popolazioni.

Per informazioni, visitare il sito dell’Aic.

Copyright © - Riproduzione riservata
Convegno annuale dell’Associazione italiana cartografia (Aic) Edilone.it