Una costruzione che spreca energia | Edilone.it

Una costruzione che spreca energia

wpid-5944_igloox.jpg
image_pdf

Lo spreco di energia è un problema. “Wastefulness is the biggest source of Energy” è una costruzione/installazione che serva proprio a far riflettere su questo argomento. E’ un enorme egloo, realizzato con 322 vecchi frigoriferi. Una colonnina collegata alla struttura indica quanto in quel momento sta sprecando la struttura (o meglio i frigoriferi) e quanto, si potrebbe risparmiare con apparecchi di nuova generazione.

L’egloo-frigorifero è stato sponsorizzato da un fornitore di energia tedesco e resterà esposto a Gänsemarkt, ad Amburgo fino al 9 novembre. La struttura misura 5,6 metri di altezza e 11 metri di diametro.

Per dare un’altra prova di quanto sia importante quantificare e stare attenti a eliminare il superfluo l’artista ha anche sposto un elenco con tutto ciò che è stato utilizzato per la costruzione dell’edificio: 15,684 linee vettoriali, 13 barrette di cioccolata, 10,5 tonnellate di peso, 322 frigoriferi, 30,780 watt di energia, 1.718 metri di filo, 35 paia di guanti, 487 panini da mamma, 49.000 calorie, 120 per il tempo libero, passato a bere birre.

Secondo recenti indagini la Germania ad esempio potrebbe risparmiare fino al 40% della sua energia se solo gli abitanti imparassero a utilizzarla in modo più sensato. Intanto, il Paese ha appena annunciato che entro 5 anni, l’energia prodotta nel paese dai pannelli fotovoltaici potrebbe essere pienamente competitiva con quella prodotta dal gas o dal carbone. Lo studio commissionato dalla Phoenix Solar, azienda del settore, ha messo anche in evidenza che i costi di produzione per kilowattora dell’energia solare potrebbero dimezzarsi scendendo dai 23,9 centesimi di euro a 12,6 mentre i costi di quella prodotta da carburanti fossili salirebbero a 15,6 centesimi.

Sarà energia alternativa e pulita ma l’insegnamento dato dall’artista relativo allo spreco di energia resterà comunque valido e da tener sempre presente.

Copyright © - Riproduzione riservata
Una costruzione che spreca energia Edilone.it