Per i Combustibili solidi secondari l'ok del CdM | Edilone.it

Per i Combustibili solidi secondari l’ok del CdM

wpid-12635_combustibilisolidisecondari.jpg
image_pdf

È stato approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri un provvedimento per stabilire le condizioni di utilizzo dei Combustibili Solidi Secondari (Css), in parziale sostituzione di quelli tradizionali, nei cementifici soggetti al regime dell’autorizzazione integrata ambientale. La decisione – si legge nella nota del Governo – è stata presa su proposta del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il ministro dello sviluppo economico.

Secondo il Governo, “il regolamento sul Css è una parte essenziale del complesso di interventi di politica ambientale, energetica e industriale che sono necessari all’Italia per assolvere gli impegni europei e internazionali in materia ambientale ed energetica, offrendo inoltre soluzioni concrete alla soluzione dei problemi del nostro Paese in materia di gestione corretta e sostenibile dei rifiuti”.

I vantaggi che derivano dall’uso del Css sono l’elevata sicurezza dell’approvvigionamento, la riduzione dell’importazione di combustibili, la riduzione delle emissioni in atmosfera, il minore ricorso alle discariche come modalità di smaltimento dei rifiuti e la potenzialità di utilizzo per la raccolta differenziata. Il provvedimento sarà adesso inviato al consiglio di Stato e alle Commissioni parlamentari competenti e della Commissione unificata.

 

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Per i Combustibili solidi secondari l’ok del CdM Edilone.it