Milleproroghe 2015, per il fotovoltaico proroga solo in aree colpite da calamita' | Edilone.it

Milleproroghe 2015, per il fotovoltaico proroga solo in aree colpite da calamita’

Devono entrare in esercizio entro il 30 settembre gli impianti fotovoltaici iscritti al registro Gse nelle aree colpite da calamita'

wpid-26288_fotovoltaicosisma.jpg
image_pdf

Il Milleproroghe 2015 è in vigore dal 1° marzo 2015. Il testo del decreto-legge (in G.U. serie generale – n. 302 del 31 dicembre 2014), coordinato con la legge di conversione 27 febbraio 2015, n. 11, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n .49 del 28-2-2015 ed è visibile a questo link. E’ in vigore dal 1° marzo 2015. Tra le novità, sono stabiliti nuovi termini per essere ammessi agli incentivi del  quinto Conto energia per il fotovoltaico soltanto nelle aree colpite dalle calamità 2012-13. Scopriamo di più.

Viene prorogato al 30 settembre 2015 il termine entro cui devono entrare in esercizio, per essere ammessi alle tariffe incentivanti, gli impianti fotovoltaici iscritti nel registro del Gse in posizione tale da rientrare nei volumi incentivabili ai fini degli incentivi del quinto Conto energia, da realizzarsi in zone colpite da eventi calamitosi negli anni 2012 e 2013.

Le tariffe incentivanti del Quinto Conto Energia sono riconosciute alle seguenti tipologie tecnologiche: 

  • impianti fotovoltaici, suddivisi per tipologie installative (art.7 Dm 5 luglio 2012);

  • impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative (art.8);

  • impianti fotovoltaici a concentrazione (art.9);

Gli interventi ammessi per richiedere le tariffe incentivanti sono quelli di nuova costruzione, rifacimento totale o potenziamento, così come definiti dal decreto.

Per beneficiare delle tariffe incentivanti è necessario che gli impianti fotovoltaici rispettino i requisiti descritti negli articoli 7, 8 e 9 del Dm 5 luglio 2012 e specificati nelle Regole Applicative per l’iscrizione al Registro e per il riconoscimento delle tariffe incentivanti.

LEGGI ANCORA SUL MILLEPROROGHE

che cosa cambia sull’attestazione Soa

le novita’ su edilizia scolastica e cantieri dello ‘Sblocca Italia’

le novità su sistri, smaltimento rifiuti, ambiente, acque reflue

L’autore


Giorgio Tacconi

Nato a Milano nel 1956, laureato in giurisprudenza, svolge come libero professionista attività di comunicazione, informazione e consulenza tecnico-giuridica in tema di sicurezza negli ambienti di lavoro, tutela dell’ambiente e sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa. Ha collaborato come autore di testi, siti e banche dati con Cedis, McGrawHill, Eco-comm, De Agostini, Rcs, Conde Nast, LifeGate, Sistemi Editoriali, Giappichelli.

Copyright © - Riproduzione riservata
Milleproroghe 2015, per il fotovoltaico proroga solo in aree colpite da calamita’ Edilone.it