Libellula 55: il mini eolico italiano certificato | Edilone.it

Libellula 55: il mini eolico italiano certificato

wpid-9656_.jpg
image_pdf

Libellula 55: aerogeneratore di piccola taglia, sviluppato in Italia come evoluzione di una tecnologia di origine nordeuropea, questa particolare turbina – con ampio rotore e un’alta torre tubolare – è studiata per garantire un elevato rendimento anche con venti medio bassi e una lunga vita utile che consente il funzionamento al di fuori delle turbolenze presenti ad altezze minori. Libellula 55 vanta una potenza da 55 kW ed è stata concepita all’insegna della semplicità di installazione. Può essere impiantata sia singolarmente sia in lotti creando piccoli parchi eolici, costituendo un’importante integrazione di reddito per aziende agricole, artigiane e piccole imprese o una interessante forma di investimento alternativo per società immobiliari o finanziarie, contribuendo al contempo a ridurre le emissioni e a salvaguardare concretamente l’ambiente.

Turbina toscana, fiore all’occhiello di Aria, un’azienda di Prato. Turbina certificata ora in riferimento allo schema specifico ICIM, leader nella certificazione nelle energie rinnovabili, e alla Norma CEI EN 61400-1.

ICIM ha sviluppato uno schema di certificazione specifico per le macchine eoliche, basandosi sulle norme CEI EN IEC 61400-1 e CEI EN IEC 61400-2 (che permettono di coprire le macchine eoliche di tutte le potenze, dal microeolico alle grandi macchine di potenza)  aggiornato a seguito dell’uscita nella seconda metà del 2010 della nuova norma IEC 61400-22 che aggiunge test prestazionali a quelli richiesti dalle norme di base. Lo standard ICIM è quindi applicabile anche al mini e micro eolico, ossia macchine in grado di produrre energia elettrica su piccola scala e per questo adatti a un uso domestico e, a copertura dell’intera filiera del settore eolico. ICIM è inoltre attrezzata per l’analisi preimpianto di siti eolici nonché per la valutazione di parchi eolici.

“Con questa certificazione, che si aggiunge al recente riconoscimento delle prestazioni risultante da uno studio realizzato da RSE SpA (società del GSE SpA) nell’ambito dell’Accordo di Programma con il Ministero dello Sviluppo Economico – dice Manuele Morelli, presidente di ARIA – Libellula 55 diventa l’unico prodotto totalmente italiano nel suo settore a poter garantire sia ottimi rendimenti che grande sicurezza dell’investimento.”

E’ il primo caso italiano di certificazione di una macchina finita per la produzione di energia eolica sotto i 200 kW e anche uno dei pochi a livello europeo.

 “Siamo orgogliosi di aver segnato una tappa con la prima certificazione nell’eolico iniziando da un’eccellenza interamente italiana – ha commentato Gaetano Trizio, A.D. di ICIM – La storia dell’eolico nel nostro Paese, nonostante alcune polemiche e situazioni non chiare nel passato, presenta molti capitoli ancora da scrivere per le grosse potenzialità non ancora sfruttate, in particolar modo per il mini e micro eolico, sia in termini di risparmio economico sia di impatto ambientale e può costituire una risorsa fondamentale solo lavorando in un’ottica di crescente efficienza, sicurezza e garanzia degli investimenti”.

Una certificazione che segna l’avvio di un circolo virtuoso che può giovare all’intero comparto dell’eolico. 


A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Libellula 55: il mini eolico italiano certificato Edilone.it