Le energie rinnovabili coprirebbero l'80% del fabbisogno energetico mondiale | Edilone.it

Le energie rinnovabili coprirebbero l'80% del fabbisogno energetico mondiale

wpid-8860_fontirinnovabili.jpg
image_pdf

Il fabbisogno energetico mondiale potrebbe essere coperto per l’80% dalle energie rinnovabili entro il 2050, se fossero applicate delle politiche pubbliche adeguate. E’ quanto afferma lo “Special Report on Renewable Energy Sources and Climate Change Mitigation”, presentato ad Abu Dhabi, dove si è riunito l’IPCC (Panel intergovernativo sui cambiamenti climatici).

Al convegno un gruppo di 120 ricercatori ha reso pubblici i risultati delle loro ricerche, dimostrando che la crescita della penetrazione delle rinnovabili potrebbe portare ad un taglio di gas serra e ad un risparmio di 220-560 miliardi di tonnellate di CO2 tra il 2010 e il 2050.

Con l’abbattimento di un terzo delle emissioni di gas nocivi  si potrebbe mantenere la concentrazione di gas nell’atmosfera su un livello non superiore alle 450 parti per milione, quindi entro il limite fissato dall’Accordo di Cancun.

Saranno le politiche pubbliche, soprattutto dei Paesi in via di sviluppo, che decideranno se ridurre o lasciare espandere il potenziale delle rinnovabili nei prossimi decenni. Sono quei luoghi, in cui 1,4 miliardi di persone non hanno ancora accesso all’elettricità, che dispongono delle condizioni ideali per lo sviluppo di fonti energetiche pulite.

Il report, che confluirà in uno studio più ampio, l’AR5 Synthesis Report, pronto nel settembre del 2014, è stato approvato dai rappresentanti di ben 194 nazioni e ha analizzato la penetrazione di 6 tipi di tecnologie legate alle rinnovabili, in relazione al loro sviluppo potenziale: bioenergia, solare, geotermico, idroelettrico, energia ricavabile dalla forza dagli oceani, eolico.

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
Le energie rinnovabili coprirebbero l'80% del fabbisogno energetico mondiale Edilone.it