Fotovoltaico: 3,9 GW di nuova capacità installata nel 2011 | Edilone.it

Fotovoltaico: 3,9 GW di nuova capacità installata nel 2011

wpid-7776_fotov.jpg
image_pdf

Un 2010 positivo e un 2011 ancor più promettente. È questo il quadro del mercato italiano del settore fotovoltaico dipinto nell’ultimo rapporto redatto da iSuppli, che registra una crescita particolarmente significativa nei tre mesi di chiusura dello scorso anno.

Basandosi su interviste effettuate agli operatori del settore, l’ufficio studi ha fissato a 975 MW l’installato realizzato nell’ultimo trimestre del 2010, circa il doppio rispetto ai 487 MW del terzo trimestre, con un +239% rispetto ai 288 MW dello stesso periodo del 2009.

Dati che, se confermati, porterebbero a circa 1,9 GW la capacità fotovoltaica installata nel solo 2010, un risultato ancora più spettacolare rispetto a quello stimato dal Gse prima di Natale, pari a un incremento di oltre il 100% rispetto ai 720 GW installati nel 2009.

Ma non finisce qui. iSuppli prevede un altro raddoppio del mercato nel 2011, con una nuova capacità installata intorno ai 3,9 GW.

“Attendiamo un calo all’inizio del primo trimestre del 2011, ma si tratterà solo di poche settimane dopo di che il tasso delle nuove installazioni tornerà a salire – spiega Henning Wicht, senior director di iSuppli –“.

La riduzione degli incentivi, inoltre, con l’entrata in vigore del terzo conto energia non penalizzerà – secondo Wicht – l’indice del ritorno degli investimenti nel solare in Italia, che resterà tra i più elevati del mondo. Risultato? Le installazioni in Italia cresceranno di 1 GW al trimestre nel 2011.

Ovviamente questi numeri devono essere presi anche con qualche cautela, perché il boom italiano avviene in un momento ambiguo, con norme ancora non del tutto assestate. Secondo iSuppli, proprio la crescita dirompente potrebbe indurre il governo italiano a cambiare le regole del conto energia, modificato solo da pochi mesi.

Un altro rischio indicato dal rapporto consiste nel fatto che le Regioni potrebbero cercare di limitare ulteriormente l’utilizzo di superfici da destinare all’installazione degli impianti fotovoltaici a terra. Un’eventualità resa ancora più probabile dalla riforma federalista. Infine potrebbe rivelarsi complesso connettere alla rete gli impianti fotovoltaici realizzati in Meridione.

Sul settore pesano anche altre incognite: le linee guida sulle autorizzazioni dovevano essere recepite entro il 1° gennaio 2011, ma ad oggi sono poche le Regioni che si sono messe in regola -Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Molise, Puglia e Basilicata – e non tutte hanno concluso l’iter amministrativo per il recepimento.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Fotovoltaico: 3,9 GW di nuova capacità installata nel 2011 Edilone.it