Diagnosi energetica edifici: Enea lancia il software gratuito Seas | Edilone.it

Diagnosi energetica edifici: Enea lancia il software gratuito Seas

wpid-25490_riqualificazioneenergeticacondominimilanohabitami.jpg
image_pdf

L’Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha sviluppato Seas (Simplified Energy Auditing Software o Software Energetico per Audit Semplificati), un nuovo e gratuito strumento per la redazione della diagnosi energetica degli edifici.

Le nuove norme operative dal 2 ottobre 2014, impostate in seguito all’entrata in vigore delle versioni 2014 delle norme tecniche Uni Ts 11300, hanno infatti modificato le metodologie di calcolo dei bilanci energetici degli edifici e stanno mandando “in pensione” i vecchi software finora utilizzati, tra cui il gratuito Docet sviluppato dal Cnr.

Elaborato in collaborazione con il ministero dello Sviluppo economico e il dipartimento Destec dell’Università di Pisa nell’ambito dell’Accordo di programma per la ricerca di Sistema elettrico nazionale, Seas si rivolge a operatori sia pubblici che privati e utilizza modelli di calcolo aggiornati alla nuova normativa per effettuare diagnosi energetiche realistiche per molti tipi di edifici, dall’edilizia residenziale al terziario, dalle scuole agli ospedali.

Gli obiettivi della ricerca erano molteplici, tra cui la riduzione dei prezzi e l’aumento del numero degli audit energetici, ma anche la semplificazione delle procedure di diagnosi e la standardizzazione dei metodi di calcolo. Il tutto in un’ottica più ampia di favoreggiamento dell’efficientamento del patrimonio edilizio esistente.

Attraverso un’interfaccia grafica intuitiva, Seas, oltre a valutazioni più dinamiche grazie all’opzione che permette di suddividere l’edificio in zone funzionali, permette un flessibile inserimento di dati che consentono il calcolo dei fabbisogni per tutti i tipi di riscaldamento (ad esclusione degli impianti a tutt’aria), per la produzione di acqua calda sanitaria, per l’illuminazione e per altri carichi elettrici. Può inoltre valutare la produzione di energia termica ed elettrica da fonti rinnovabili o assimilabili (tra cui solare termico, fotovoltaico, biomasse).

Seas è scaricabile gratuitamente, insieme al suo manuale di istruzioni, direttamente dal sito dell’Enea, dopo avere effettuato la registrazione.

L’autore


Laura Milan

Architetto e dottore di ricerca in Storia dell’architettura e dell’urbanistica, si laurea e si abilita all’esercizio della professione a Torino nel 2001. Iscritta all’Ordine degli architetti di Torino dal 2006, lavora per diversi studi professionali e per il Politecnico di Torino, come borsista e assegnista di ricerca. Ha seguito mostre internazionali e progetti su Carlo Mollino (mostre a Torino nel 2006 e Monaco di Baviera nel 2011 e ricerche per la Camera di Commercio di Torino nel 2008) e dal 2002 collabora con “Il Giornale dell’Architettura”, dove segue il settore dedicato alla formazione e all’esercizio della professione. Dal 2010 partecipa attivamente alle iniziative dell’Ordine degli architetti di Torino, come membro di due focus group (Professione creativa e qualità e promozione del progetto) e giurata nella nona e decima edizione del Premio architetture rivelate. Nel 2014 costituisce lo studio associato Comunicarch con Cristiana Chiorino e Giulietta Fassino.

Copyright © - Riproduzione riservata
Diagnosi energetica edifici: Enea lancia il software gratuito Seas Edilone.it