Elezioni 2013: le proposte di Monti all'Ance | Edilone.it

Elezioni 2013: le proposte di Monti all’Ance

wpid-14174_montiance.jpg
image_pdf

Dopo aver dialogato con Silvio Berlusconi, il Presidente dell’Ance Paolo Buzzetti ha incontrato Mario Monti, leader di Scelta Civica e candidato premier alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio prossimi, per discutere le sue proposte in tema di edilizia e costruzioni.

Molti i temi affrontati durante l’incontro, come i ritardati pagamenti e gli investimenti bloccati dal Patto di stabilità, l’Imu sull’invenduto, il credito, la concorrenza e il fisco. Secondo l’Ance, sono molti i punti di convergenza tra le richieste degli imprenditori delle costruzioni e gli impegni che il leader di Scelta civica intende assumersi per la prossima legislatura.

Rispetto al tema dei ritardati pagamenti, Monti ha parlato di un saldo immediato dei primi 30 miliardi di debiti arretrati della Pa, una valutazione con i Comuni per affrontare il problema dell’Imu sulle abitazioni non vendute e un impegno per una modifica del patto di stabilità più favorevole agli investimenti a livello europeo.

Secondo l’Ance, sono almeno 4,7 i miliardi di euro disponibili in termini di cassa bloccati dal Patto di stabilità, ai quali aggiungere i residui passivi e le giacenze di cassa che gli enti non utilizzano per non sforare i limiti del Patto. Sommando le risorse, pertanto, tra Comuni e Province, si arriva alla somma di 13,3 miliardi di euro di risorse bloccate. Parallelamente, il Cipe ha stanziato negli ultimi 4 anni risorse per 30 miliardi di euro, per i quali, però, ancora non sono state bandite le gare o sottoscritti i contratti con le imprese per la realizzazione dei lavori. Secondo l’Ance, i 30 miliardi del Cipe più gli 8,6 di fondi per nuovi interventi bloccati dal Patto potrebbero generare oltre 660 mila nuovi posti di lavoro e avere una ricaduta complessiva sul sistema economico per circa 130 miliardi di euro.

Monti si è detto inoltre disponibile a estendere la proroga per le ristrutturazioni edilizie fino al 2015 e il bonus fiscale del 55% sulle riqualificazioni energetiche, altrimenti in scadenza il 30 giugno 2013. Il premier uscente ha inoltre ascoltato una serie di domande provenienti dagli imprenditori in sala su temi strategici quali l’aumento della concorrenza negli appalti pubblici, il credito alle imprese e la fiscalità.

Per chiudere la serie di dialoghi legati alle elezioni politiche, venerdì 22 febbraio l’Ance incontrerà Pier Luigi Bersani, candidato premier del centro sinistra.

Copyright © - Riproduzione riservata
Elezioni 2013: le proposte di Monti all’Ance Edilone.it