Edilizia: ottimismo dal Bau 2007 di Monaco | Edilone.it

Edilizia: ottimismo dal Bau 2007 di Monaco

wpid-logo_bau.jpg
image_pdf

Ha superato il tetto delle 200.000 presenze la partecipazione degli operatori in visita al Bau 2007, il più grande salone mondiale dedicato ai materiali da costruzione per l’industria edilizia, svoltosi alla Fiera di Monaco di Baviera dal 15 al 20 gennaio. Nel salone più che quarantennale di BAU, i visitatori provenienti da tutto il mondo, tra i quali numerosi architetti, progettisti, ingegneri civili, imprenditori edili, artigiani e rivenditori di materiali da costruzione, hanno potuto conoscere l’offerta proposta da 2046 case espositrici di 44 Paesi. Lo afferma il comunicato stampa del Salone fieristico, che traccia un ampio resoconto dell’esito dell’evento.

Record di afflusso, incremento di internazionalità ed entusiasmo tra gli operatori; questi, in sintesi, gli elementi che hanno contraddistinto l’edizione 2007 del Bau. Tra tutti i visitatori, oltre 36.000 sono venuti dall’Estero, costituendo il dato un primato rispetto al passato: la quota dei visitatori internazionali è aumentata in modo più che proporzionale del 20%. Gli interessati sono giunti da 143 Paesi: anche questo è un dato registrato per la prima volta.

La quota di partecipazione di questo target di visitatori costituita da architetti, pianificatori ed ingegneri civili è stata del 18%, vale a dire pari a circa 36.000 operatori. L’88% dei partecipanti si è definito ‘responsabile decisionale’. Notevolmente cresciuto è il numero di coloro che hanno visitato il Salone per la prima volta (41% / 2005: 31%) e quello di chi vi ha già partecipato più volte (32% / 23%). Dal sondaggio risulta poi che sempre più visitatori – nel 2007 circa un terzo – si ferma diversi giorni al Salone.

E’ sulla base di queste reazioni positive che, anche il presidente del Salone, Norbert Bargmann, si è mostrato più che soddisfatto: “Più visitatori, una maggiore internazionalità e quindi un ampliato raggio di influenza: questo risultato supera le nostre aspettative. L’industria edile mostra segni di ripresa in tutto il mondo. Sono molto contento soprattutto dei notevoli incrementi di visitatori dal Vicino e Lontano Oriente, in particolare dall’Iran, dagli Emirati e dalla Corea. BAU si sta affermando a pieno diritto nella sua posizione di salone leader mondiale del settore. Riunisce sotto un unico tetto architetti e progettisti di tutto il mondo con artigiani e rivenditori, permettendo un dialogo ed uno scambio unici nel loro genere a tutti coloro che partecipano al grande cantiere dell’edilizia”.

Anche per il sondaggio condotto dall’istituto di ricerche di mercato tns infratest, BAU 2007 ha riportato un esito positivo. Secondo i risultati dell’istituto di ricerche, l’edizione 2007 ha superato praticamente in tutte le categorie l’edizione di Bau 2005 che si era già piazzata a livelli molto alti. Il 93% (2005: 89%) degli espositori ed il 92% (89%) dei visitatori hanno promosso a pieni voti BAU 2007 con il giudizio “da ottimo a buono”. L’87% degli espositori (84%) e l’86% (82%) dei visitatori hanno riconosciuto alla manifestazione la caratteristica di Salone guida.

L’efficienza energetica nell’edilizia e l’edilizia nel patrimonio immobiliare esistente sono stati temi di particolare attenzione a BAU 2007. Quasi tutti gli stand hanno presentato prodotti o tecnologie che mirano ad un processo di costruzione attento al risparmio energetico o appositamente sviluppati per interventi in edifici esistenti.

Affermazioni ottimistiche sono state fatte da Wolfgang Tiefensee, ministro federale per il traffico, l’edilizia e lo sviluppo urbanistico, il quale, all’apertura del Salone BAU 2007 ha dichiarato: ‘Il momento critico è stato superato, adesso iniziamo a vedere la luce alla fine del tunnel’. Il ministro Tiefensee ha inaugurato insieme al Commissario Eu per l’energia, Andris Piebalgs, anche la due giorni del Congresso europeo ” Efficienza energetica nell’edilizia“. Un vasto interesse del pubblico dei visitatori è stato registrato anche in relazione ai due forum “Clima Design meets Visions of Glass‘ e ‘Makroarchitektur“. Ogni giorno centinaia di visitatori, tra cui numerosi studenti, hanno assistito agli interventi di noti oratori dell’industria, della scienza e della ricerca. Il programma prevedeva temi come l’edilizia sostenibile, involucri trasparenti per edifici, nuovi materiali e superfici nonché l’uso del vetro nell’edilizia. Massimi rappresentanti dell’industria e dell’architettura hanno approfittato degli incontri per uno scambio di know-how e di esperienze. Grande riscontro hanno raccolto le mostre speciali dedicate ai temi degli ascensori e scale mobili, Solarhorizonte e Urban Design. Albert Schenk, direttore di Osma Ascensori e presidente dell’Associazione Ascensori e Scale Mobili della VDMA, si è detto sorpreso per la quantità di contatti qualificati. Allo stand della SunTechnics del settore espositivo “Solarhorizonte” sono stati richiesti soprattutto sistemi solari chiavi in mano, specie dai visitatori stranieri, provenienti dall’Europa Meridionale ed Orientale, ma anche da Asia e Medio Oriente.

Questo programma collaterale di BAU 2007 è stato accolto nel sondaggio con il giudizio “da ottimo a buono” dal 90% (75%) degli espositori e dall’82% (77%) dei visitatori, rivelandosi dunque ancor migliore di quello del 2005.

Il salone BAU è stato accompagnato dall’assegnazione di numerosi premi, tra cui il rinomato premio all’architettura ‘Estetica e costruzione’ in collaborazione con la rivista DETAIL ed il premio 1:1 ‘La prima casa’ in cooperazione con il ‘Bauwelt’. Per la prima volta sono stati riconosciuti gli “Archi-Students-Creative Awards”. Alla cerimonia, che è stata collegata ad un congresso, hanno partecipato quasi 500 studenti di tutta Europa. Inoltre sono stati consegnati i seguenti ambiti riconoscimenti:

– Premio tedesco per la facciata 2007 – Fassadenpreis 2007
– Premio bavarese all’ingegneria
– Premio per prodotti innovativi nell’edilizia di edifici esistenti
– Oscar del mercato dei materiali da costruzione
– Premio “Costruito su IT – professioni edili con futuro”

Copyright © - Riproduzione riservata
Edilizia: ottimismo dal Bau 2007 di Monaco Edilone.it