Direttiva RoHS: electronic community a confronto | Edilone.it

Direttiva RoHS: electronic community a confronto

wpid-RoHS.jpg
image_pdf

L’obbligo è già entrato in vigore dal 1° luglio 2006. Le apparecchiature elettriche ed elettroniche nuove immesse sul mercato non devono più contenere piombo, mercurio, cadmio, cromo esavalente, bifenili polibromurati (PBB) o etere di difenile polibromurato (PBDE), fatte salve apposite deroghe stabilite nell’allegato 5 al decreto e fatti salvi i dispositivi medicali e le apparecchiature di monitoraggio e controllo. Le misure non trovano applicazione per i pezzi di ricambio per le riparazioni delle apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato prima del 1° luglio 2006.

E’ la direttiva comunitaria 2002/95/CE sulla restrizione dell’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nota anche come direttiva RoHS, recepita nel nostro ordinamento con il D.Lgs. 151/2005, che impone ai produttori/importatori/assemblatori del settore di adeguarsi alle relative prescrizioni

La sua applicazione apporta una serie di cambiamenti strutturali e organizzativi, oltre che tecnologici, alle industrie che producono e assemblano componenti elettronici: l’eliminazione di talune sostanze in queste apparecchiature comporta la sostituzione di tecnologie consolidate ed affidabili con nuovi procedimenti e materiali dalla sperimentazione meno consolidata.

A pochi giorni dalla sua entrata in vigore delle norme in oggetto, si è tenuta l’assegnazione del primo Premio F.I.O.R.E. (Farnell InOne RoHS Elected) istituito dalla Farnell InOne (Multinazionale inglese specializzata nella distribuzione on demand di prodotti elettronici) in collaborazione con Assodel (Associazione nazionale fornitori elettronica) e con il Consorzio Ecoqual’It (Consorzio nazionale uso, recupero, qualità apparecchiature IT); un riconoscimento concepito per gratificare l’impegno delle imprese italiane nello sviluppo e nell’adozione di soluzioni e tecnologie all’avanguardia che rispondano alla Direttiva RoHS.

La premiazione si è svolta lo scorso 4 luglio all’interno di una giornata convegnistica dedicata all’impatto delle nuove normative nazionali e internazionali e alle problematiche logistico-amministrative riscontrate. Un’occasione di incontro tra esponenti istituzionali, associazioni, imprese ed esperti ambientali che si confronteranno in un convegno e alcuni seminari tecnici per offrire lo scenario di riferimento e le prospettive future in materia di produzione verde.

Copyright © - Riproduzione riservata
Direttiva RoHS: electronic community a confronto Edilone.it