Decreto per il passaggio del Catasto ai Comuni | Edilone.it

Decreto per il passaggio del Catasto ai Comuni

wpid-AgenziaEntrate.jpg
image_pdf

E’ iniziato l’iter per l’emanazione del decreto del presidente del Consiglio dei ministri contenente le disposizioni per il decentramento delle funzioni catastali ai Comuni, e l’individuazione dei requisiti e degli elementi necessari per la gestione diretta del catasto da parte dei Comuni. Ad annunciarlo, il Sottosegretario di Stato dell”Economia e delle Finanze, Alfiero Grandi. Lo schema deriva dal protocollo firmato da Governo, Anci e Agenzia del Territorio.

Questo Dpcm – secondo la nota del sottosegretario all’Economia Alfiero Grandi – ”deve consentire, ai Comuni che vorranno farlo, a partire dal 1° novembre 2007, di gestire direttamente il catasto, nel loro territorio, sulla base delle modalità e delle condizioni indicate. Ricordiamo che proprio nel febbraio 2007 scadeva l’ennesima proroga concessa per l’attuazione del decentramento del catasto ai Comuni, e che per questo governo e Anci avevano deciso di interrompere la serie di proroghe e avviare concretamente questa riforma”.

La nota definisce il DPCM come il primo importante passaggio attuativo sulla cui base i Comuni potranno decidere se gestire in proprio tutto o in parte il catasto. Con l’approvazione definitiva del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri i Comuni avranno 90 giorni di tempo per dichiarare le loro volontà e partire, quindi, dal prossimo 1° novembre alla ‘loro’ gestione del catasto.

Per il testo della nota del Sottosegretario Grandi, scarica il pdf:
dpcm_decentramento.pdf

Copyright © - Riproduzione riservata
Decreto per il passaggio del Catasto ai Comuni Edilone.it