Macchine perforatrici di piccolo diametro: la nuova guida Inail-Ance | Edilone.it

Macchine perforatrici di piccolo diametro: la nuova guida Inail-Ance

Il documento è una prassi per le macchine perforatrici costruite dopo il 13 febbraio 2015, che quindi rientrano nel campo di applicazione della nuova serie di norme EN 16228

perforatrice
image_pdf

Inail e Ance hanno reso disponibile una guida dedicata al tema delle “Macchine da piccola perforazione – Evoluzione dello stato dell’arte per la protezione degli elementi mobili coinvolti nel processo produttivo”. Il documento tratta nello specifico le macchine perforatrici costruite dopo il 13 febbraio 2015, che quindi rientrano nel campo di applicazione della nuova serie di norme EN 16228, pubblicata in Gazzetta Ufficiale nel febbraio dello scorso anno e sostitutiva della norma EN 791, specifica per le perforatrici, e della norma EN 996, dedicata alle apparecchiature per palificazione.

Queste nuove norme hanno introdotto per le macchine perforatrici innovazioni importanti dal punto di vista costruttivo (come la protezione degli organi di perforazione), con riflessi particolarmente rilevanti in particolare sulle perforatrici di diametro non superiore a 350 mm, normalmente di dimensioni relativamente piccole.

Viste le innovazioni importanti, il gruppo di lavoro coordinato dall’Inail – che ha visto la partecipazione, oltre che dell’Ance, anche dell’AIF – ha colto l’opportunità di produrre un documento di carattere operativo sulle prassi da seguire per l’uso in sicurezza di tali macchine di piccolo diametro. Il documento si propone quindi come uno strumento di grande utilità per il datore di lavoro, in particolare individuando quali sono le circostanze nelle quali, per garantire l’operatività della macchina, è necessario aprire, rimuovere o disabilitare i ripari. Per l’elaborazione del documento sono state fondamentali anche le collaborazioni del Ministero del Lavoro, del Coordinamento tecnico delle Regioni, nonché dei principali stakeholder datoriali dei settori interessati tra cui Confindustria e Anima.

Inail e Ance precisano che ad oggi non sussiste alcun obbligo di adeguamento, ai nuovi requisiti di sicurezza, delle macchine perforatrici costruite prima della già citata data del 13 febbraio 2015. Inoltre l’Inail, nell’ottica di agevolare un miglioramento del livello delle macchine, per le perforatrici già immesse sul mercato alla data di pubblicazione della serie EN 16228, ha previsto, nell’ambito della riduzione del tasso medio di tariffa (modello OT 24), un intervento per la mitigazione dei rischi meccanici, più dettagliatamente descritto nel paragrafo dedicato del documento “L’OT24 per il miglioramento delle condizioni di sicurezza”.

Per scaricare il documento, clicca qui.

Copyright © - Riproduzione riservata
Macchine perforatrici di piccolo diametro: la nuova guida Inail-Ance Edilone.it