Formalizzata l'aggiudicazione per la costruzione di un nuovo ponte sul fiume Pescara | Edilone.it

Formalizzata l’aggiudicazione per la costruzione di un nuovo ponte sul fiume Pescara

wpid-21651_nuovopontepescara.jpg
image_pdf

A circa tre mesi dalla data di aggiudicazione esecutiva, il Comune di Pescara ha formalizzato l’assegnazione dell’appalto relativo alla costruzione del nuovo ponte sul fiume Pescara, in corrispondenza dello svincolo Camuzzi, collocato a monte dell’esistente ponte stradale “D’Annunzio” e del ponte ferroviario, che collegherà direttamente le vie Gran Sasso e Lago di Campotosto situate sulle sponde opposte del fiume. Lo scopo principale di questa infrastruttura è ridurre drasticamente la congestione di traffico sul ponte “D’Annunzio” realizzando al contempo uno snellimento della tangenziale pescarese in direzione nord-sud che corre parallela alla ferrovia adriatica. L’infrastruttura sarà connessa appunto attraverso lo svincolo Camuzzi al canale principale per l’ingresso in città, il cosiddetto “Asse Attrezzato” e consentirà un afflusso molto più veloce e diretto all’area della Stazione Centrale e del centro cittadino.

Il progetto dell’opera, molto interessante, è stato realizzato da un pool di ingegneri e architetti facenti capo alla società di Ingegneria MCA Srl di Roma, che ha concepito la struttura come un ponte strallato in acciaio con una luce di 86 metri totali e larghezza dell’impalcato pari a 29,7 metri. La particolarità del progetto è che il sistema di sostegno verticale agli stralli, di grande eleganza estetica, sarà unico e collocato al centro della rotatoria Nord di accesso al ponte, in pratica sulla sponda opposta rispetto a quella di arrivo del traffico dall’Asse Attrezzato. Tutto l’impalcato sarà metallico e basato su due casse in acciaio collegate al centro dello stesso ad una struttura reticolare che correrà parallelamente al senso di marcia dei veicoli, sulla quale verranno agganciati a loro volta gli stralli di sostegno. L’antenna di sostegno degli stralli sarà composta in realtà da due strutture verticali e curvilinee che si intersecheranno fra loro a circa un terzo dell’altezza dell’antenna principale alta 50 metri, mentre la secondaria sarà di 40 mt circa. La base delle due antenne, per un totale di 15 mt dal suolo, sarà in calcestruzzo armato.

Il consorzio di imprese che invece si è aggiudicato la realizzazione della progettazione esecutiva ed i lavori di costruzione di questa interessante opera infrastrutturale è costituito dalla società abruzzese Di Vincenzo Dino & C. SpA, controllata al 100% del gruppo Igefi, che a sua volta possiede il 50% delle azioni di un’altra nota azienda del settore la Bonatti SpA. L’altra società consortile è FIP Industriale SpA, la nota impresa padovana, particolarmente qualificata nell’ambito delle grandi opere civili soprattutto per quanto concerne la posa in opera di elementi per coadiuvare il comportamento antisismico delle strutture e assurta alle cronache per essersi aggiudicata recentemente una parte dei lavori riguardanti la costruzione del terzo ponte sul Bosforo in Turchia. Il consorzio si è aggiudicato l’appalto con la migliore fra le 17 offerte pervenute, proponendo al committente, il Comune di Pescara, un ribasso pari a poco meno del 18% rispetto al valore posto a base di gara, che era di 10.159.306,52 euro (IVA esclusa) e garantendo il completamento dei lavori in 19 mesi a partire dalla data effettiva di aggiudicazione esecutiva, corrispondente allo scorso 15 novembre 2013.

Copyright © - Riproduzione riservata
Formalizzata l’aggiudicazione per la costruzione di un nuovo ponte sul fiume Pescara Edilone.it