Expo 2015, assegnato l'appalto per la costruzione di alcuni cluster tematici | Edilone.it

Expo 2015, assegnato l’appalto per la costruzione di alcuni cluster tematici

wpid-22059_assegnazioneclusterexpo.jpg
image_pdf

La società Expo 2015 SpA ha formalizzato, in data 13.02.2014, l’assegnazione di uno degli appalti più rilevanti che riguardano la progettazione e costruzione di alcuni Cluster Tematici che verranno ubicati nell’area afferente l’Esposizione Universale 2015 di Milano. Si tratta in particolare della progettazione esecutiva e dell’esecuzione dei lavori di realizzazione dei Cluster Biomediterraneo, Isole, Zone Aride, Cereali e Tuberi che sarà compito del Consorzio Stabile Rubner Objektbau rendere secondo quanto richiesto dal progetto definitivo posto a base di gara.

Il Cluster Biomediterraneo dovrà essere composto da 12 edifici, 4 chioschi e 3 locali tecnici realizzati tutti con moduli lignei parzialmente coperti da pannelli in alluminio e policarbonato, e da una piazza comune coperta da un pergolato in acciaio e policarbonato alveolato. Il Cluster Isole sarà invece basato su 2 edifici, un locale tecnico e una zona degustazione tutti fatti con moduli lignei multipli rivestiti con un sistema di tessuti microforati, tutti antistanti una piazzetta coperta da una struttura di cavi di acciaio e frangisole di canne di bambù.

Il Cluster Zone Aride sarà invece basato su 8 edifici ed un locale tecnico, sempre realizzati con moduli in legno singoli o doppi, rivestiti con tessuti in PVC a microrete e tutti adiacenti ad una piazza che sarà coperta mediante una serie di cilindri cavi in policarbonato sospesi ad una struttura in acciaio. Infine il Cluster Cereali e Tuberi sarà dotato di 7 edifici ed un locale tecnico sempre chiaramente in legno rivestito parzialmente questa volta con tele di juta e lastre di policarbonato. All’interno di quest’ultimo Cluster dovranno essere realizzati due percorsi, coperti da frangisole, che conducono ad una piazza comune coperta a sua volta da un camino in lamiera afferente uno degli edifici destinato ad uso cucina.

Il valore posto a base di gara era di 24.610.625,10 euro, ed è stata appunto l’altoatesina Rubner Objektbau, sede a Chienes (BZ) in Val Pusteria, a proporre il maggior ribasso a fronte delle 10 offerte pervenute all’amministrazione aggiudicatrice. Rubner ha vinto la gara con un’offerta pari a 20.885.688,77 euro, IVA esclusa, con una riduzione di poco superiore al 15% del valore stimato inizialmente. Le tempistiche prevedono ora che il consorzio vincitore, a far tempo dalla data di aggiudicazione formale dell’appalto, abbia 272 giorni di tempo per completare la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori.

Rubner Objektbau è fra le aziende più importanti, non solo in ambito nazionale, ma certamente europeo, per quanto concerne la lavorazione del legno e la realizzazione di grandi manufatti con questo materiale. Si tratta di uno dei pochi esempi di general contractor per il settore costruzioni in legno a livello europeo che opera da tempo in tutti i settori dell’edilizia, da quella residenziale, a quella pubblica, scolastica in particolare, da quella commerciale a quella alberghiera. Il gruppo ha inoltre fra le proprie referenze anche numerose realizzazioni di E.P.T. nelle zone colpite negli anni scorsi da eventi sismici come all’Aquila, dove Rubner ha eretto in un solo mese numerosi Moduli Abitativi Provvisori, o nel modenese; a Mirandola infatti, l’azienda di Chienes ha costruito in 6 mesi il notevole Laboratorio Scolastico Polivalente Temporaneo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Expo 2015, assegnato l’appalto per la costruzione di alcuni cluster tematici Edilone.it