Carrelli industriali, aumentano gli ordini | Edilone.it

Carrelli industriali, aumentano gli ordini

In un quadro di generale stagnazione per le produzioni industriali, il settore dei carrelli conferma la crescita: ordini aumentati del 13,74% nel 2014

carrello_industriale
image_pdf

Il settore dei carrelli industriali in Italia continua a crescere, nonostante il clima di generale stagnazione per la maggior parte delle produzioni industriali. Nel 2014 gli ordini sono aumentati del 13,74%, confermando una ripartenza avviata nel 2010 e che nel 2013 è diventata vera e propria crescita, seppure lontana dai livelli pre-crisi.

A fare il punto è l’indagine statistica annuale sul settore dei carrelli industriali messa a punto da Aisem/Anima e Ascomac/Unicea, alla quale aderiscono tutti i principali costruttori e distributori operanti in Italia.

L’aumento riguarda tutte le categoria di prodotto, con dati più accentuati nel segmento dei carrelli frontali elettrici (+25,27% rispetto al 2013).

Nel complesso si evidenzia una crescita del mercato del 13,74 %, ma l’aumento più sensibile è stato sui controbilanciati elettrici, mentre le macchine da magazzino sono cresciute molto poco, addirittura meno dei  controbilanciati termici.

carrelli_industriali_1

Procedendo all’analisi dei dati su base regionale, il comportamento del mercato risulta differenziato: in Piemonte ad esempio sono diminuite le macchine da magazzino mentre i controbilanciati elettrici sono cresciuti del 55%.

carrelli_industriali_2

La Lombardia complessivamente si è ridimensionata nel mercato nazionale passando da 29,23% nel 2013 a 26,62% nel 2014, risultando la regione che ha perso più valore. Crescono invece molto  Emilia Romagna (+17,49%) e Toscana (+33,94%). Nel Sud la Puglia trova un +40,57% nelle macchine da magazzino ed addirittura un +35% sul totale.

Copyright © - Riproduzione riservata
Carrelli industriali, aumentano gli ordini Edilone.it