Borsa italiana: le costruzioni trainano il lieve recupero | Edilone.it

Borsa italiana: le costruzioni trainano il lieve recupero

wpid-edifici_04.jpg
image_pdf

I timidi segnali di ripresa intravisti ieri 30 settembre sulle Piazze Europee, mostrano il settore costruzioni tra i pochi con valori positivi. Recuperata qualche frazione di punto, la Borsa italiana ha chiuso ieri con un segno negativo (S&P/Mib -1,06%). All’indomani del grave crollo di Wall Street – e dell’effetto domino che ha coinvolto le Borse a livello globale – Piazza Affari ha ridotto le perdite a metà seduta in una giornata che era partita con i principali indici in calo attorno al 2,5%. La discesa di Unicredit ha avuto chiari impatti significativi sull’indice di Borsa a causa della elevata capitalizzazione del titolo. 

A trainare gli indici è stato il rimbalzo di costruzioni (+1,51%) e materie prime (+2,69%) mentre l’auto cede il 2,3% e bancari e assicurativi perdono rispettivamente lo 0,3% e lo 0,10%.

Unicredit, che era stata a sospesa al ribasso, cede il 4,96% con scambi superiori alla media e resta maglia nera sia dello Spmib sia delle banche, penalizzata per la sua maggiore internazionalizzazione. Continua a scendere anche Fiat (-1,08%) mentre l’ad Marchionne ammette che il titolo risentirà certamente della crisi dei mercati. Stallo pure per Telecom Italia (-1,95%) oggi sotto i riflettori in coincidenza con l’audizione dell’ad Bernabè alla Camera. Si muove in controtendenza fin dall’avvio St (+2,01%) col comparto tech. Torna il denaro sulle costruzioni con Impregilo che avanza del 2,43%. Molto bene Italcementi (+1,44%).

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Borsa italiana: le costruzioni trainano il lieve recupero Edilone.it