Auditorium a impatto zero | Edilone.it

Auditorium a impatto zero

wpid-5588_ffffooto.jpg
image_pdf

Peter Bojovic ha battezzato la sua ultima creazione Boobamara, l’equivalente del nostro “piccolina”: un auditorium piccolo, trasportabile alimentato da energia pulita. Non una novità in questo senso, dato che abbondano gli esempi di strutture e progetti alimentati da bici-generatori. C’è stato il Crowne Plaza Hotel di Copenhagen, una struttura turistica 100% verde, c’è stato il rifugio per senzatetto di Detroit, una struttura che faceva rifornimento attraverso le pedalate dei suoi ospiti e ci sono stati anche progetti come People are energy del collettivo italiano Ruota Libera, un’installazione ad azione umana riciclabile.

Ora arriva il progetto del design serbo. Il meccanismo alla base di questi lavori è sempre lo stesso: strutture, formate da una serie di biciclette attraverso le quali, pedalando, si produce un’energia che viene poi trasmessa da un generatore a una batteria per automobili e l’energia immagazzinata viene convertita in corrente alternata a 200/220v.

Nel caso specifico Boobamara è una struttura ben più complessa: un auditorium, se pur piccolo, trasportabile che utilizza la forza fisica del pubblico per alimentare l’edificio e lo spettacolo stesso. Una struttura in legno, una serie di biciclette collegate agli alimentatori e una copertura in policarbonato per una struttura leggera e a zero emissioni. Quando l’energia viene dall’uomo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Auditorium a impatto zero Edilone.it