Assemblea Ance, contestato il Ministro Matteoli | Edilone.it

Assemblea Ance, contestato il Ministro Matteoli

wpid-9808_matteoliance.jpg
image_pdf

Si è tenuta nella mattinata di ieri l’Assemblea dell’Ance con il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli. Durante la riunione cui hanno preso parte i vari rappresentanti dell’imprenditoria edile sono stati diffusi i dati della crisi di settore, fra questi il numero di posti di lavoro persi, che sale a 350.000, considerando l’indotto.

L’Associazione ha lanciato un ultimatum al Governo per quanto concerne il Dl Sviluppo. Paolo Buzzetti, presidente nazionale dell’Ance, ha sottolineato che il decreto rappresenta una grande opportunità per questo settore in gravissime difficoltà, dichiara dunque scaduto il tempo per il Governo e chiede che siano spese quelle risorse a disposizione per l’edilizia, “motore dell’economia”.

Per l’Ance non è accettabile che tante attenzioni siano destinate alle grandi opere ed infrastrutture. “Programmi di interventi offrirebbero risposte diffuse e una boccata d’ossigeno a molte imprese”, commenta il Presidente e, secondo il suo parere, occorre spendere una parte di quei 5 miliardi in bilancio per il 2012 per gli interventi di manutenzione e di messa in sicurezza del territorio. Mentre la risposta di Matteoli è stata chiara: le risorse arrivano dalla defiscalizzazione e le risorse sono inesistenti. La tensione tra costruttori e Governo è anche alimentata dai ritardi nei pagamenti dalla P.A.E.  

Una forte contestazione vi è stata nei confronti del Ministro Matteoli, proprio mentre elencava gli interventi adottati dal Governo a vantaggio del settore delle infrastrutture ed in molti hanno abbandonato la Sala del Palazzo dei Congressi dell’Eur, dove si stava svolgendo la riunione. Molte imprese stanno fallendo e questo non fa che esacerbare una situazione già difficile.

C.C.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Assemblea Ance, contestato il Ministro Matteoli Edilone.it