Sviluppo edilizio de 'La Sapienza' | Edilone.it

Sviluppo edilizio de ‘La Sapienza’

wpid-sapienza2.jpg
image_pdf

Lo scorso 31 ottobre il Consiglio di Amministrazione de ‘La Sapienza’ ha affidato la progettazione ai Dipartimenti relativamente al Piano dell’edilizia universitaria de ‘La Sapienza’di Roma. Si tratta di un progetto varato agli inizi di quest’anno dal Rettore Renato Guarini e predisposto da Roberto Palumbo, pro Rettore delegato all’edilizia. Il piano comprende: Residenza universitarie a San Lorenzo, a Pietralata, al Santa Maria della Pietà e alla Snia Viscosa (aperti anche a studenti erasmus), parcheggi e pedonalizzazione della città universitaria, impianti sportivi e servizi integrati in via de Lollis.

Lo stato dell’arte delle maggiori iniziative intraprese vede: impianti sportivi, residenze universitarie, posteggi e servizi nel quartiere San Lorenzo.

Il progetto verrà realizzato in project financing e si inserisce nel piano generale di riqualificazione dell’intero quartiere San Lorenzo elaborato dal Comune di Roma, da Risorse Rpr s.p.a. e dal III Municipio. Per l’esecuzione, è stata destinata la somma di € 7.188.137,34, sbloccando fondi inutilizzati dal 1989. L’iter procedurale, sotto l’egida del Provveditorato Interregionale alle opere pubbliche, è alla fase conclusiva. Dopo l’espletamento della gara inizieranno i lavori che si prevede possano concludersi nell’arco di 2 anni.

Sono previsti 700 posti auto, 56 alloggi per studenti e visiting professors, laboratori, aule, una piscina coperta, un campo polivalente, una palestra. Il progetto includerà anche aree verdi e spazi all’interno della struttura che saranno messi a disposizione degli abitanti del quartiere.
Un camminamento in parte coperto collegherà direttamente per la prima volta via de Lollis a via Tiburtina. Pedonalizzazione e parcheggi nella Città Universitaria. L’apertura del cantiere per la realizzazione dei parcheggi all’interno della Città Universitaria nell’area antistante il Teatro Ateneo, è stata data come imminente. Il progetto, anch’esso coordinato dal Provveditorato, prevede 400 posti auto disposti su due livelli.

Decentramento. S. Maria della Pietà. Sarà firmato a giorni, dopo che il Consiglio di Amministrazione de ‘La Sapienza’ ha formalizzato ieri il via libera, il Protocollo d’Intesa tra l’Università, la Regione, la Provincia, il Comune, il Municipio, la Asl RmE e Laziodisu che deciderà il futuro del Santa Maria della Pietà. Il documento, che sancisce il raggiungimento di un accordo tra i diversi soggetti coinvolti nell’operazione edilizia, definisce una volta per tutte le linee guida dell’intervento di riqualificazione dell’area. In particolare è prevista la pedonalizzazione dell’intero complesso e la valorizzazione delle attività culturali e sociali già presenti. L’Università si impegna ad acquisire i padiglioni necessari per le proprie attività per circa 16.000 mq pari al 25% del complesso, ma anche a collaborare nella gestione delle parti comuni promuovendo iniziative culturali in collaborazione con il Municipio. Le strutture recettive (300-400 posti) restaurate per il Giubileo saranno utilizzate per accogliere gli studenti. Il piano prevede anche la valorizzazione botanica del Parco, aperto a tutto il quartiere, dove saranno sperimentate nuove tecnologie per il risparmio energetico.

S. Andrea. Via libera alla prima tranche del progetto per un nuovo complesso che interessa un’area di 6.000 mq per un importo di 12 milioni di euro. L’edificio ospiterà aule e laboratori della II facoltà di Medicina e Chirurgia qualificando gli spazi riservati alla didattica e alla ricerca rispetto alle strutture ospedaliere. Poste a San Lorenzo. Dopo l’acquisto dello stabile del centro di meccanizzazione postale da parte dell’Università per un importo di 27.615mila euro, è stato presentato il progetto preliminare dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione. La struttura potrebbe ospitare attività di ricerca attualmente dislocate in alcuni edifici del quartiere, oltre che attività didattiche.

Campus universitari. Un altro tassello si è aggiunto alla realizzazione del campus di Pietralata. Dopo l’acquisto da parte dell’Ateneo delle aree del Comune per una superficie edificabile di 60.000 mq al prezzo di 12.431.965,00, il Consiglio comunale di Roma ha deciso di assegnare all’università ulteriori 11.640 mq per un totale di circa 72.000 mq.
Via libera anche alle procedure di espropriazione dell’area degli immobili ex SNIA Viscosa, per la realizzazione di strutture universitarie e strutture accessorie. Il Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo nella seduta del 3 ottobre scorso ha fissato in € 12.000.000,00 la spesa presunta per l’espropriazione delle aree dello stabilimento e fabbricati accessori nonché di tutti gli altri oneri connessi e consequenziali.

Foresteria per visiting professor. È in fase conclusiva l’iter per il rilascio dei nulla osta comunali indispensabili per procedere al recupero dell’edificio di via Volturno, 42 di proprietà dell’Università in foresteria per visiting professor. Il Consiglio di Amministrazione aveva deliberato nella seduta del 4 ottobre 2005 la destinazione dell’edificio a uso foresteria con 25 camere e sale comuni, riservati ai professori e giovani ricercatori che per motivi didattici e di ricerca sono ospiti de ‘La Sapienza’. La spesa prevista per questo progetto è di 1.877.363,71 euro.

Le progettazioni preliminari e definitive delle opere che rientrano nel programma di sviluppo edilizio sono state affidate, dal Rettore Renato Guarini, a 16 Dipartimenti de ‘La Sapienza’; il Dipartimento Industrial design, tecnologia dell’architettura e cultura (ITACA) è stato altresì incaricato del management degli interventi programmati. La scelta risponde alla convinzione che ciò comporti una maggiore aderenza alle esigenze effettive dell’Ateneo, garantita da progettisti interni, dalla possibilità di avvalersi delle professionalità più quotate sul mercato e che il ricorso alle risorse interne de ‘La Sapienza’ sia un importante volano per la promozione della ricerca all’interno dei Dipartimenti.

Gli aggiornamenti sull’avanzamento del piano di sviluppo edilizio de ‘La Sapienza’ saranno presto disponibili on line su un sito dedicato all’interno del portale dell’Ateneo:
http://www.uniroma1.it/

Copyright © - Riproduzione riservata
Sviluppo edilizio de ‘La Sapienza’ Edilone.it