Roma: dopo 100 anni, un nuovo piano regolatore | Edilone.it

Roma: dopo 100 anni, un nuovo piano regolatore

wpid-Roma2.jpg
image_pdf

Entro 120 giorni entrerà in vigore il Piano regolatore generale di Roma. L’annuncio è stato dato dal sindaco di Roma Walter Veltroni, nel corso di una conferenza stampa dei giorni scorsi in Campidoglio, alla quale hanno partecipato anche i presidenti della Provincia di Roma Enrico Gasbarra e della Regione Lazio Piero Marrazzo. “Ho firmato la lettera di convocazione della conferenza di copianificazione, che si aprirà il 24 settembre”, ha altresì affermato Veltroni, ricordando peraltro che buona parte del nuovo piano regolatore è già in attuazione e citando i piani di recupero e gli interventi su 10 delle 18 centralità previste.

Il risultato, ha rilevato il sindaco, va ascritto anche a merito della Regione Lazio e della sua nuova legge per la semplificazione: “Facciamo in quattro mesi quello che prima si faceva in sei anni. Altri 120 giorni e Roma avrà finalmente, dopo 100 anni, un nuovo piano regolatore”.

Il nuovo piano regolatore di Roma farà da apripista a tutta la regione Lazio.

“Questo metodo previsto per l’urbanistica lo replicheremo in tutte le province” – ha detto Marrazzo. “È un obiettivo politico che abbiamo seguito con Veltroni e Gasbarra. È un diritto del Comune di Roma poter governare il proprio territorio. La collaborazione istituzionale – ha aggiunto – ha fatto sì che questo accadesse. Non era facile”.

“Abbiamo scelto i pilastri in grado di sorreggere questa operazione: il primo è la semplificazione e la sussidiarietà verticale – ha concluso Marrazzo – Il secondo consiste nel varo della riforma della legge regionale sull’urbanistica dello scorso anno e nella conseguente accelerazione che questa ha fornito ai piani paesaggistici territoriali”.

Il metodo prevede 60 giorni di tempo per i partecipanti alla conferenza addetti a predisporre uno schema di accordo di pianificazione che nei 30 giorni successivi dovrà essere sottoscritto da Veltroni e Marrazzo. Quattro mesi per un iter che prevede, in via definitiva, l’approvazione da parte della Giunta e del consiglio comunale.

L’assessore regionale all’urbanistica Massimo Pompili durante la conferenza stampa si è detto sicuro che entro gennaio 2008 il Piano regolatore generale di Roma sarà approvato.

Copyright © - Riproduzione riservata
Roma: dopo 100 anni, un nuovo piano regolatore Edilone.it