Pagamenti dalle Pa: tempi piu' lunghi e sanzioni piu' basse | Edilone.it

Pagamenti dalle Pa: tempi piu’ lunghi e sanzioni piu’ basse

wpid-11565_pa.jpg
image_pdf

Secondo un’indagine Ance, in Italia non solo i tempi di pagamento delle Pubbliche amministrazioni sono più lunghi, ma anche le sanzioni in caso di ritardi sono 3 o 4 volte più basse rispetto al resto d’Europa.

I principali Paesi europei applicano infatti sanzioni 3 a 4 volte più elevate e solo alcuni Paesi di nuova adesione, come la Bulgaria, prevedono sanzioni inferiori a quelle applicate in Italia. Ad esempio, le sanzioni applicate in Francia e Spagna, che già hanno termini di pagamento più brevi rispetto all’Italia, sono 3,5 volte più elevate rispetto alle sanzioni applicate nel nostro Paese.

Inoltre, l’attuale sistema sanzionatorio italiano è ben lontano dal garantire alle imprese che realizzano lavori pubblici livelli di risarcimento in grado di compensare i maggiori costi sostenuti dalle imprese per fare credito alle amministrazioni pubbliche.

Per questo motivo – sottolinea l’Ance – nel settore dei lavori pubblici, occorre attuare rapidamente la nuova Direttiva Europea sui ritardati pagamenti al fine di dare una spinta al miglioramento dell’efficienza della pubblica amministrazione e di garantire allo stesso tempo un migliore livello di indennizzo per le imprese che subiscono ritardi.

Il testo della nuova normativa prevede infatti un termine standard di pagamento di 30 giorni – derogabile entro un massimo di 60 giorni – da parte della Pa e aumenta notevolmente gli indennizzi per le imprese, introducendo, in particolare, un tasso di interesse base (tasso Bce) maggiorato dell’8% sin dal primo giorno di ritardo.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Pagamenti dalle Pa: tempi piu’ lunghi e sanzioni piu’ basse Edilone.it