Modifiche al Codice Appalti da nuovo rapporto tra Ministero Infrastrutture e Authority | Edilone.it

Modifiche al Codice Appalti da nuovo rapporto tra Ministero Infrastrutture e Authority

wpid-di_pietro_antonio_135ansa.jpg
image_pdf

Secondo quanto affermato dal Ministro per le Infrattrutture Antonio Di Pietro ai giornalisti durante la relazione annuale dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici, si svolgerà prossimamente una riunione tra il Ministero delle Infrastrutture, nelle persone dei sottosegretari, e l’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici. L’incontro è dovuto alla rintracciata necessità di razionalizzare e ben definire i rispettivi ambiti d’intervento, nonchè di rendere il rapporto più collaborativo e più fattivo. E’ noto infatti che i due organismi istituzionali si trovino in talune circostanze a svolgere gli stessi compiti.

Non si sa ancora quale sarà il destino dell’Authority; sulla ventilata ipotesi di una sua eventuale trasformazione in una specie di agenzia, Di Pietro non ha voluto esprimere un suo parere limitandosi a dire che la questione è competenza di vari ministeri e del Presidente del Consiglio Romano Prodi.

Il Ministro Di Pietro ha invece confermato, con riguardo al codice degli appalti, che nelle prossime settimane e nei prossimi mesi si lavorerà con la stessa Authority per i contratti pubblici e le parti interessate per apportare delle importanti correzioni.
Entro il dicembre 2006, si intende emanare un primo importante decreto correttivo; sulla base delle varie audizioni si valuterà se l’intero codice degli appalti possa entrare in funzione o se si debbano introdurre delle modifiche per gli istituti attualmente non operanti.

Copyright © - Riproduzione riservata
Modifiche al Codice Appalti da nuovo rapporto tra Ministero Infrastrutture e Authority Edilone.it