Modena: progetto avveniristico Cittanova 2000 | Edilone.it

Modena: progetto avveniristico
Cittanova 2000

wpid-modena.jpg

La realizzazione di Cittanova 2000, il quartiere destinato ad ospitare funzioni commerciali e produttive su un’area di oltre 100mila metri quadrati a Modena, sarà avviata entro diciotto mesi. E’ un grande progetto che disegna il cuore della Modena produttiva del futuro, dove l’architettura avrà un ruolo fondamentale. L’esecuzione è stata aggiudicata, a seguito di gara d’appalto per l’assegnazione dell’area, ufficializzata il 27 ottobre u.s. ad un raggruppamento di imprese modenesi composto da Consorzio Cooperative Costruzioni di Modena, Cooperativa di Costruzioni Soc. Coop. a.r.l. di Modena, Cmb Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi, Cesa Costruzioni s.r.l. di Modena, Cme Consorzio Imprenditori Edili Soc. Coop a.r.l. di Modena e Co.m.Api s.r.l. di Modena.

Il calendario dei lavori, il cui valore complessivo è di circa 300 milioni di euro, prevede la realizzazione in quattro stralci successivi in circa dieci anni, a partire dalla parte sud in cui saranno insediate le funzioni commerciali, funzioni pubbliche, alcune funzioni produttive uffici, la piazza e il verde. Seguiranno gli interventi successivi, tra cui un albergo a 3 e 4 stelle con 200 camere con annesse residenze di 80 alloggi e il centro fitness.

Per la partenza dei lavori si dovranno attendere circa 18 mesi, necessari per la predisposizione del piano particolareggiato, la successiva discussione e approvazione da parte del Consiglio comunale, cui seguirà il progetto per i lavori di urbanizzazione primaria. Il progetto di Cittanova 2000 sarà un quartiere avveniristico progettato dagli architetti Mario Bellini e Tiziano Lugli ed accoglierà imprese ad alta tecnologia e orientate all’innovazione, il terziario avanzato dell’Information Technology, i servizi alle imprese. Nel quartiere, nel quale sono previste anche strutture per rispondere alla domanda del turismo d’affari, all’attività convegnistica e congressuale, alla promozione dei prodotti modenesi e, infine, alla domanda di servizi per chi opererà nel quartiere, potranno trovare posto accolte più 3000 persone, tra imprenditori, professionisti ed addetti. Un centro commerciale non alimentare di alta qualità completerà poi un polo commerciale di primaria importanza regionale.

Parte dei progetti programmati nel piano delle opere sarà finanziata grazie alla somma di 25 milioni di euro provenienti dalle casse comunali.

Copyright © - Riproduzione riservata