Lavori pubblici: circolare sulla verifica attestazioni SOA | Edilone.it

Lavori pubblici: circolare sulla verifica attestazioni SOA

wpid-MinisteroInfrastrutture.jpg
image_pdf

Nella circolare del 28 febbraio 2008, n. 2169 il Ministero delle Infrastrutture chiarisce taluni punti del “Decreto 21 dicembre 2007, n. 272. – Regolamento recante norme per l’individuazione dei criteri, modalità e procedure per la verifica dei certificati dei lavori pubblici e delle fatture utilizzati ai fini delle attestazioni rilasciate dalle SOA dal 1° marzo 2000 alla data di entrata in vigore del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (1° luglio 2006)”. La suddetta circolare trova pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n. 67 del 19 marzo 2008.

Le precisazioni della circolare attengono alla durata della verifica straordinaria ed al limite temporale per la trasmissione dei dati relativi ai certificati utilizzati per le attestazioni SOA.

A norma del comma 2, dell’art. 2 del decreto n. 272/2007: “Entro sessanta giorni dalla comunicazione, le SOA trasmettono all’Osservatorio presso l’Autorità i dati relativi ai certificati ed alle fatture utilizzando i predetti modelli informatici di comunicazione.” La non ottemperanza del termine dei 60 giorni, può innescare l’applicazione delle sanzioni previste.

Nonostante le attestazioni SOA abbiano efficacia quinquennale, secondo quanto altresì precisato dalla circolare, la disposizione legislativa di cui all’art. 253, comma 21, del D.Lgs. n. 163/2006, non limita la verifica alle attestazioni vigenti, ma la estende a tutte quelle rilasciate nel periodo dal 1° marzo 2000 al 1° luglio 2006 (data quest’ultima di entrata in vigore del codice), e dunque anche a quelle non più efficaci al momento in cui la verifica straordinaria ha inizio.
Per quanto riguarda la decorrenza del termine dei 60 giorni previsto dall’art. 2, comma 2, la circolare precisa che per la comunicazione dei dati da parte delle SOA, detta ricorrenza va intesa a partire dalla trasmissione dei modelli informatici da parte dell’Autorità di vigilanza. Si tratta di una trasmissione che avverrà nel rispetto del principio della simultaneità per tutte le SOA destinatarie, per periodi di tempo omogenei, che l’Autorità, di volta in volta, individuerà, anche alla luce dell’esperienza operativa dell’andamento della verifica straordinaria e delle eventualità criticità segnalate dai soggetti chiamati a confermare i dati relativi ai certificati di lavori ed alle fatture.

Il testo integrale della circolare n. 2169 del Ministero delle Infrastrutture è scaricabile dalla sezione “Normative” del nostro sito, alla pagina:
http://www.edilone.it/normative/

Per altre informazioni, consultare il sito web:
http://www.infrastrutture.gov.it


Copyright © - Riproduzione riservata
Lavori pubblici: circolare sulla verifica attestazioni SOA Edilone.it