Installazione impianti: i chiarimenti dell'Avcp | Edilone.it

Installazione impianti: i chiarimenti dell'Avcp

wpid-9260_avcp.jpg
image_pdf

Il presidente dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (Avcp), Giuseppe Brienza, ha emanato un comunicato in materia di installazione di impianti all’interno degli edifici, rivolto alle società organismo di attestazione (Soa) e alle stazioni appaltanti. In particolare, le prime non possono condizionare il rilascio delle attestazioni SOA al possesso dei requisiti tecnico professionali di cui all’art. 4 del D.M. 37/2008. Analogamente le seconde non possono impedire la partecipazione alle gare d’appalto alle imprese carenti dei medesimi requisiti.

Con il comunicato, che ha per oggetto “Qualificazione nelle categorie le cui declaratorie prevedono l’installazione di impianti all’interno degli edifici e, in particolare, l’esecuzione di lavorazioni ricomprese nell’elenco di cui all’articolo 1 del D.M. 22 gennaio 2008 n. 37 che ha novellato la legge 5 marzo 1990 n.46”, l’Autorità sottolinea che, con l’entrata in vigore del D.M. 22 gennaio 2008 n. 37, le novità più rilevanti introdotte dal nuovo regolamento sono state: l’abrogazione dell’art. 108, comma 3, che poneva una corrispondenza tra l’abilitazione prescritta dalla legge 46/90 ed il regime di qualificazione SOA; il rafforzamento del rapporto esclusivo di “immedesimazione” del responsabile tecnico, prevedendo che tale funzione possa essere svolta per una sola impresa e che tale qualifica sia incompatibile con ogni altra attività continuativa.

Alla luce delle novità introdotte dal D.M. 37/2008, l’Avcp precisa che sembrano “datati” i seguenti atti rispetto alla evoluzione normativa sull’argomento: determinazione 13 dicembre 2000 n. 56 recante: “Chiarimenti in merito ai criteri cui devono attenersi le SOA (società organismi di attestazione) nella loro attività di attestazione della qualificazione”; deliberazione 17/04/2002, n. 108 recante: “Certificato di abilitazione legge n. 46/1990”,

L’Autorità conclude precisando che, in riforma a quanto indicato negli atti precedentemente indicati, né le Soa né le stazioni appaltanti possono condizionare, rispettivamente, il rilascio delle attestazioni SOA nelle categorie OG9, OG10, OG11, OS3, OS4, OS5, OS9, OS14, OS16, OS17, OS19, OS22, OS27, OS28 e OS30, ovvero la partecipazione alle gare d’appalto, aventi per oggetto l’installazione di impianti all’interno degli edifici, al possesso dei requisiti tecnico professionali di cui all’articolo 4 del Decreto del Ministero dello sviluppo economico 22 gennaio 2008 n. 37 da parte delle imprese da qualificare/concorrenti.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Installazione impianti: i chiarimenti dell'Avcp Edilone.it