Il Durc diventa telematico: sperimentazione in Emilia-Romagna | Edilone.it

Il Durc diventa telematico: sperimentazione in Emilia-Romagna

wpid-7892_lavoripubb.jpg
image_pdf

Non bisognerà più attendere 30 giorni per ricevere il documento con raccomandata con ricevuta di ritorno. Il Durc sarà infatti recapitato in via telematica in 1-2 giorni, con risparmio di tempo e denaro, oltre ad annullare la possibilità che le aziende riescano a contraffare il documento cartaceo.

Accade in Emilia-Romagna grazie a una sperimentazione, la cui prima fase è già partita, frutto della collaborazione tra Regione, associazioni imprenditoriali e sindacati, il comitato nazionale per il Durc (Inps, Inail e Cnce, la Commissione nazionale delle casse edili).

Il documento unico che accerta la regolarità contributiva di una impresa, necessario per partecipare a lavori pubblici e appalti, si smaterializza e il progetto vedrà coinvolte inizialmente le Casse edili di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Forlì-Cesena. La Regione metterà a disposizione delle pubbliche amministrazioni il servizio nel caso non abbiano le risorse per sviluppare tutte le componenti necessarie, come per esempio l’archiviazione.

Il progetto, primo in Italia, si divide in due fasi. Inizialmente il Durc sarà chiesto attraverso il sito www.sportellounicoprevidenziale.it. Inps, Inail e Casse edili invieranno il documento alla Regione sotto forma di file, firmati digitalmente con posta elettronica certificata. Le informazioni saranno poi archiviate e inviate al polo archivistico regionale per la conservazione sostitutiva.

Nella seconda e terza fase del progetto cambierà la modalità di ricezione del Durc. L’operazione sarà svolta attraverso porte di dominio in collaborazione applicativa. La smaterializzazione inizialmente riguarderà i lavori di edilizia pubblica e privata, poi verranno raccolti tutti i dati delle imprese: stabilità occupazionale, orari di lavoro, infortuni e malattie, rispetto delle norme. Un lavoro propedeutico all’attuazione, secondo quanto previsto dalla legge regionale 11/2010, dell’elenco di merito delle imprese delle regione.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il Durc diventa telematico: sperimentazione in Emilia-Romagna Edilone.it