Il codice appalti si applica anche ai privati | Edilone.it

Il codice appalti si applica anche ai privati

wpid-8228_ance.jpg
image_pdf

“I privati che realizzano opere pubbliche a scomputo degli oneri di urbanizzazione sono individuati dal codice dei contratti pubblici come Stazioni Appaltanti e risultano pertanto soggetti all’applicazione del codice (art. 32, co.1, lett. g) del D. Lgs 163/2006). Tali privati sono tenuti pertanto ad effettuare le previste verifiche dei requisiti di ordine generale in sede di gara”.

È quanto si legge in una nota dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici, precisando di aver “istituito al fine di individuare questi soggetti privati una apposita banca dati contenente le informazioni dei titolari di permesso di costruire che realizzeranno anche opere a scomputo degli oneri di urbanizzazione”.

L’Avcp informa inoltre che, per consentire ai soggetti privati in questione di effettuare le verifiche previste dalle norme sulle Stazioni Appaltanti, l’Autorità ha invitato le amministrazioni competenti a un incontro tecnico per la definizione delle modalità operative per l’accesso alle informazioni sulle imprese da loro detenute.

di O.O.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Il codice appalti si applica anche ai privati Edilone.it