Gara di appalto, quando e' ammessa la modifica soggettiva? | Edilone.it

Gara di appalto, quando e’ ammessa la modifica soggettiva?

Per il Consiglio di Stato la modifica soggettiva "riduttiva" in corso di gara d'appalto e' ammessa solo per esigenze organizzative proprie dell'ATI

wpid-26115_AppalticodiceappaltilavoripubbliciATI.jpg
image_pdf

Con la sentenza n. 6311 del 22 dicembre 2014, il Consiglio di Stato ha stabilito che, nel corso di una gara d’appalto – dopo la presentazione dell’offerta -, la modifica soggettiva “riduttiva” è ammessa solo per vere e proprie esigenze organizzative dell’ATI stessa.

Per continuare a tutelare l’ esigenza delle amministrazioni aggiudicatrici di avere piena conoscenza dei soggetti che intendano contrarre con esse e, quindi, consentire un controllo preliminare e compiuto dei requisiti di idoneità morale, tecnico organizzativa ed economica finanziaria dei concorrenti, il Consiglio di Stato ha ribadito che l’unico limite è da individuarsi nei casi in cui tale riduzione venga attuata allo scopo di eludere le leggi di gara e quindi evitare le  conseguenze sanzionatorie.

Consiglio di Stato, Sezione IV – sentenza del 22 dicembre 2014 n. 6311


Massima

Anche se deve ammettersi in via generale la possibilità di modifiche riduttive della composizione dei raggruppamenti temporanei d’imprese in corso di gara e dopo la presentazione dell’offerta, tale possibilità trova tuttavia un limite invalicabile nel caso in cui la modifica sia richiesta non già per esigenze organizzative interne, ma per eludere la legge di gara e, in particolare, per evitare una sanzione di esclusione dalla gara per difetto dei requisiti in capo al componente dell’a.t.i. che viene meno per effetto dell’operazione riduttiva; altrimenti si consentirebbe l’elusione delle prescrizioni legali che impongono il possesso dei requisiti stessi in capo ai soggetti originariamente facenti parte del raggruppamento all’atto della scadenza dei termini per la presentazione delle domande di partecipazione.

SCARICA IL TESTO INTEGRALE DELLA SENTENZA

LEGGI ANCHE: Le professioni tecniche: ‘Come rivedere le regole degli appalti’

Copyright © - Riproduzione riservata
Gara di appalto, quando e’ ammessa la modifica soggettiva? Edilone.it