Cultura a Messina grazie ai fondi europei | Edilone.it

Cultura a Messina grazie ai fondi europei

wpid-19777_messina.jpg
image_pdf

Grazie ai fondi europei PON 2007-2013 che sono stati finalmente sbloccati a Bruxelles permettendo di avviare numerosi bandi sia per quanto riguarda i restauri dei beni culturali del meridione sia per lo sviluppo della cultura, anche l’Università di Messina ha potuto beneficiare di un finanziamento da circa 10 milioni di euro che investirà in massima parte per la realizzazione di un nuovo laboratorio per il proprio Centro di Eccellenza per Ricerca e Innovazione. Si tratta di un bando che include progettazione esecutiva e lavori per un valore stimato iniziale di 9.012.051,06 euro al netto dell’IVA, la cui durata prevista è di 300 giorni a partire dalla data di aggiudicazione. L’edificio denominato C.e.r.i.s.i. che sorgerà in località Papardo, nel comune di Messina, permetterà agli studenti delle facoltà scientifiche dell’ateneo siciliano di lavorare su progetti sperimentali riguardanti strutture ed infrastrutture di grandi dimensioni. La scadenza per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione è fissata alle ore 10:00 del 23.12.2013, mentre l’apertura delle stesse avverrà in seduta pubblica in data 27.12.2013 presso l’ateneo di Messina. Il punto di contatto per l’ente appaltante sia per la richiesta della documentazione completa di gara o ulteriori informazioni è il seguente: Ing. Francesco Oteri, Area Servizi Tecnici, Università degli Studi di Messina, Via Consolato del Mare 41, 98121 Messina (Telefono: 090676-8100/8113 Posta elettronica:   francesco.oteri@unime.it). Le offerte dovranno invece essere spedite sempre all’attenzione dell’ing. Oteri, ma a questo indirizzo: Direzione Generale, Università degli Studi di Messina, Piazza S. Pugliatti 1, 98122 Messina.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cultura a Messina grazie ai fondi europei Edilone.it