Colosseo: primi appalti avviati a fine luglio | Edilone.it

Colosseo: primi appalti avviati a fine luglio

wpid-9208_colosseo.jpg
image_pdf

La notizia è stata data in occasione della presentazione ufficiale del restauro del Colosseo, il cui progetto, dunque, è entrato nella fase esecutiva, con un cronoprogramma che prevede l’avvio degli appalti a fine luglio, ai sensi del nuovo regolamento per i lavori pubblici, e dei lavori forse già settembre.

A fare il punto sui lavori di restauro dell’Anfiteatro Flavio, che porteranno un incremento della superficie visitabile del 25%, sono stati il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il ministro dei Beni culturali, Giancarlo Galan, e Diego della Valle. il patron della Tod’s, che finanzia i lavori con 25 milioni di euro. Per quanto riguarda i tempi per la conclusione dei lavori, Roberto Cecchi, segretario generale del ministero per i Beni culturali e commissario per le aree archeologiche di Roma e Ostia Antica, ha spiegato che “ci vorranno circa 24-36 mesi per ciascun cantiere: sono otto in totale e tre partiranno contemporaneamente”.

I primi tre cantieri si occuperanno del restauro dei prospetti settentrionale e meridionale, degli ambulacri e della sostituzione dell’attuale sistema di chiusura delle arcate perimetrali (fornici). Successivamente sarà realizzato il centro servizi, una struttura di 1.600 metri quadrati, di forma circolare, che accoglierà la biglietteria, il bookshop, i servizi igienici e la caffetteria, e si interverrà sui sotterranei e sugli ipogei.

Punto nodale del programma di lavori, l’apertura al pubblico con i cantieri in funzione, senza interrompere mai l’accesso. Impossibile chiudere un monumento che attrae 5 milioni di visitatori ogni anno. Ciò richiederà una calendarizzazione precisa, che sarà resa nota prossimamente, e il rigoroso rispetto dei tempi.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Colosseo: primi appalti avviati a fine luglio Edilone.it