Appalti pubblici: da gennaio innalzamento delle soglie europee | Edilone.it

Appalti pubblici: da gennaio innalzamento delle soglie europee

wpid-10460_appalti.jpg
image_pdf

Come previsto dalle Direttive Ue sugli appalti, modificate dal regolamento della Commissione n. 1251/2011 del 30 Novembre 2011, a partire dal 1° gennaio 2012 scatterà un generale innalzamento delle soglie comunitarie per gli appalti di lavori, servizi e forniture.

In particolare, per quanto riguarda i contratti di lavori, l’importo della soglia precedentemente fissato a 4.845.000 euro viene innalzato a 5.000.000. Per quanto riguarda invece gli appalti pubblici in materia di servizi e forniture, la soglia viene portata da 125.000 a 130.000 euro per i contratti stipulati dalle amministrazioni centrali dello Stato; da 193.000 a 200.000 per le altre stazioni appaltanti tenute all’osservanza delle direttive comunitarie.

Con riferimento al settore della difesa e della sicurezza, il regolamento modifica l’importo delle soglie dei relativi appalti pubblici di servizi e forniture portandolo da 387.000 a 400.000 euro; per i lavori si conferma l’innalzamento della soglia da 4.845.000 a 5.000.000.

A decorrere dal 1° gennaio 2012, dunque, i precedenti importi delle soglie comunitarie di contratti in materia di appalti di lavori, servizi e forniture sono da ritenersi abrogati e sostituiti dai valori indicati dal regolamento europeo.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Appalti pubblici: da gennaio innalzamento delle soglie europee Edilone.it