Appalti, il settore delle costruzioni in Veneto contro le offerte anomale | Edilone.it

Appalti, il settore delle costruzioni in Veneto contro le offerte anomale

wpid-22037_strada.jpg
image_pdf

Il settore delle costruzioni in Veneto sperimenterà un’innovativa formula per contrastare il fenomeno delle offerte anomale nel settore degli appalti; una dinamica, potenziata dalla crisi pesante dell’edilizia, che danneggia sia le piccole e medie imprese del settore che la Pubblica amministrazione, mettendo ostacoli alla sicurezza, alla qualità e alla effettiva realizzazione delle opere pubbliche.

Il tentativo di fornire una risposta concreta agli allarmi lanciati dalle aziende del settore, che spesso si trovano ad assistere impotenti al fenomeno delle offerte al massimo ribasso, arriva grazie a un protocollo d’intesa siglato da Ance Veneto e Veneto Strade, Spa controllata della Regione. L’accordo prevede l’attivazione di un organismo bilaterale tra Veneto Strade e Ance che avrà l’obiettivo di mettere un freno al meccanismo delle offerte anomale. Viene prevista inoltre la possibilità, negli appalti il cui ammontare sia superiore alla soglia comunitaria, di inserire a parziale riconoscimento del corrispettivo la permuta di un immobile di proprietà della stazione appaltante, a patto che non superi il 20% dell’importo complessivo dell’appalto.

Per garantire la tutela economica delle imprese subappaltatrici, Veneto Strade con questo accordo si impegna ad inserire nei bandi di gara la previsione che il pagamento dei crediti maturati in corso d’opera dai subappaltatori sarà corrisposto direttamente dalla stazione appaltante. 

Copyright © - Riproduzione riservata
Appalti, il settore delle costruzioni in Veneto contro le offerte anomale Edilone.it