Ance: più mercato per le medie imprese | Edilone.it

Ance: più mercato per le medie imprese

wpid-8529_ed.jpg
image_pdf

Dura presa di posizione delle medie imprese durante l’incontro indetto dal presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili, Paolo Buzzetti, su richiesta di un gruppo di imprenditori che ha denunciato con forza una crisi senza precedenti che rischia di eliminare un mondo imprenditoriale fondamentale per la tenuta economico-sociale del nostro Paese.

Gli imprenditori delle medie imprese hanno chiesto all’Ance di farsi carico delle loro istanze e di promuovere iniziative immediate a sostegno delle medie imprese, sia all’esterno che all’interno del mondo associativo. Un primo obiettivo è quello di trovare una più netta collocazione nel sistema associativo e riuscire a far valere le proprie istanze che altrimenti, lamentano, rischiano di essere schiacciate da quelle delle grandi imprese e delle piccole.

Sulle proposte di riforma avanzate dalle medie imprese l’Ance concorda con le istanze presentate che richiamano in sintesi la necessità di ridurre la quota dei lavori in house e di poter lavorare con il general contractor così come avviene in tutta Europa. In quasi 15 anni, d’altronde, i dati del Centro Studi Ance dimostrano che i lavori di grandissime dimensioni sono passati da una quota del 2% a oltre il 30% sul totale dell’importo complessivo degli appalti in Italia.

Il presidente Buzzetti ha dunque accolto l’appello, promuovendo un largo coinvolgimento delle medie imprese all’interno degli organi decisionali dell’Ance e scongiurando così il rischio di una paventata scissione che invece andrebbe pericolosamente a ledere il principio di una rappresentanza unitaria della categoria.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ance: più mercato per le medie imprese Edilone.it