Ance e Unicredit per il rilancio dell'edilizia | Edilone.it

Ance e Unicredit per il rilancio dell'edilizia

wpid-9224_cantiere.jpg
image_pdf

Nuovi sviluppi immobiliari a carattere residenziale, un osservatorio per monitorare il mercato e favorirne la trasparenza, una “camera di compensazione” per gestire le criticità, interventi mirati per la formazione, assistenza alle imprese italiane che lavorano all’estero. Queste le principali aree di intervento previste dal nuovo accordo-quadro firmato venerdì scorso dall’amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, e dal presidente dell’Ance, Paolo Guzzetti.

L’iniziativa “Ripresa cantieri Italia” verrà finanziate con un plafond di 2 miliardi di euro per i prossimi due anni, prorogabile per altri 12 mesi. L’obiettivo è rispondere alla crisi dell’edilizia e stabilire i criteri per individuare le aziende e le iniziative da finanziare, la cui dimensione-target è fissata tra i 3 e i 15 milioni di euro.

L’accordo sarà declinato a livello territoriale con forme di collaborazione, come un osservatorio Ance-Unicredit-Amministrazioni locali e un tavolo di confronto congiunto per favorire una più efficace gestione delle criticità dei progetti in corso. Molto importante anche il sostegno alle imprese di costruzione italiane che lavorano all’estero, il cui fatturato oltre confine è cresciuto nel periodo 2004-2009 alla media del 19,2% l’anno, toccando il 54% del giro d’affari totale. Unicredit e Ance, infine, si impegneranno nei prossimi mesi a sviluppare una linea di prodotti finanziari per le imprese che realizzano immobili ecosostenibili, i cosiddetti “mutui verdi”.

“L’accordo-quadro siglato oggi con Unicredit – ha affermato Buzzetti – vuole essere un contributo alla ripresa dell’edilizia, auspicando che esso possa far ripartire anche la manutenzione delle città, la loro riqualificazione e l’ecosostenibilità. L’intesa rappresenta inoltre il modo giusto di uscire dalla crisi economica, facendo sistema tra imprese e istituti di credito, perché ormai le partite economiche e le sfide sull’estero sono, appunto, ‘partite di sistema’”.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ance e Unicredit per il rilancio dell'edilizia Edilone.it