Verso la nuova strategia energetica nazionale | Edilone.it

Verso la nuova strategia energetica nazionale

wpid-nucleare_02.jpg
image_pdf

Entro il 25 dicembre 2008 il Governo dovrà definire la nuova “Strategia energetica nazionale“, nella quale troverà posto il rilancio dell’energia nucleare e che si ispira a tre direttrici principali: diversificazione, nuove infrastrutture, efficienza energetica.

Lo stabilisce il Dl 112/2008 (cd. “milleproroghe”, convertito con modificazione in legge 6 agosto 2008, n. 133), il cui articolo 7 affida al Consiglio dei Ministri la definizione della “Strategia” che dovrà indicare le priorità per conseguire, anche attraverso meccanismi di mercato, i seguenti obiettivi:

– diversificazione delle fonti di energia e delle aree geografiche di approvvigionamento;

– miglioramento della competitività del sistema energetico nazionale e sviluppo delle infrastrutture nella prospettiva del mercato interno europeo;

– promozione delle fonti rinnovabili di energia e dell’efficienza energetica; realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare.

Secondo quanto espresso dal Governo, l’impegno nucleare italiano ha l’obiettivo di ridurre strutturalmente i costi dell’energia elettrica, di limitare il ricorso alle importazioni, di alleviare gli oneri che gravano anche sulle imprese per effetto del Protocollo di Kyoto.

Saranno individuati entro dicembre di quest’anno i criteri per la scelta dei siti e le misure compensative alle popolazioni interessate, mentre entro il 30 giugno 2009, verrà varata la Strategia energetica nazionale, che – secondo l’annuncio del Governo dalla nota del proprio sito – sarà sottoposta a pubblica consultazione e dibattito attraverso una Conferenza nazionale sull’energia e l’ambiente.

Copyright © - Riproduzione riservata
Verso la nuova strategia energetica nazionale Edilone.it