UE: gas serra in calo nel 2005, quote italiane oltre i limiti | Edilone.it

UE: gas serra in calo nel 2005, quote italiane oltre i limiti

wpid-EU_02.jpg
image_pdf

La Commissione UE afferma, nel presentare i dati relativi allo schema europeo per l’energia fossile per il periodo 2005-2007, nell’ambito dell’impegno assunto con il Protocollo di Kyoto sulla riduzione dei gas responsabili per l’effetto serra, che le emissioni di anidride carbonica nell’Unione europea hanno registrato nel 2005 un calo di 44 milioni di tonnellate attestandosi a 1,785 miliardi.

Per il 2005 il tetto di quote di gas per l’area era di 1,829 miliardi di tonnellate. Nel dettaglio dei Paesi (in tutto 21 per la mancanza dei dati relativi a Cipro, Lussemburgo, Malta e Polonia) il maggior inquinatore europeo, la Germania, e’ scesa a 473,715 milioni di emissioni rispetto alla quota massima consentita di 495,073 milioni, così come la Francia si e’ portata a 131,1 milioni da 150,5 milioni.

L’Italia invece ha
superato le proprie quote con 215,4 milioni di C02 contro i 207,5 milioni stabiliti. In forte aumento di emissioni anche la Spagna a 181,1 milioni da 161,1 di quote permesse, e la Gran Bretagna che e’ arrivata nel 2005 a un totale di 242,4 milioni di emissioni contro la quota di 209,4. La Commissione europea sta preparando lo schema di emissioni per il periodo 2008-2012 sulla base delle comunicazioni dei singoli stati che Bruxelles dovra’ notificare entro il 30 giugno.

Copyright © - Riproduzione riservata
UE: gas serra in calo nel 2005, quote italiane oltre i limiti Edilone.it