Sardegna: nucleo di monitoraggio contro l'abusivismo edilizio | Edilone.it

Sardegna: nucleo di monitoraggio contro l’abusivismo edilizio

wpid-EdificioSardegna.jpg
image_pdf

Per un controllo del territorio finalizzato alla salvaguardia dell’ambiente e alla prevenzione dell’abusivismo edilizio sarà allestito in Sardegna un apposito nucleo di monitoraggio. L’iniziativa è stata deliberata dalla Giunta regionale di concerto con gli assessorati degli Enti locali, Finanze e Urbanistica, e della Difesa dell’ambiente.

Il servizio, attivato per garantire una maggiore presenza sul territorio, è già in parte strutturato attraverso il Corpo forestale di vigilanza ambientale, nelle sue articolazioni locali.

L’ assessore Sanna precisa che in seguito alla ristrutturazione della direzione Urbanistica e il conseguente accorpamento in un unico Servizio delle competenze di vigilanza e di tutela del paesaggio, è necessario poter rendere tempestivamente operativo il sistema informativo territoriale, per consentire l’aggiornamento e l’accesso ai dati relativi alle trasformazioni del territorio e per agevolare il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche e dell’attività edilizia in generale.

La Giunta ha quindi deciso di avviare in tempi brevi una serie di azioni di monitoraggio e vigilanza delle trasformazioni territoriali, attraverso la creazione, per ogni provincia, di gruppi di controllo del territorio, in collaborazione anche con gli uffici tecnici delle amministrazioni comunali. Saranno le sedi dei servizi periferici degli assessorati competenti ad ospitare tali nuclei operativi posti sotto il coordinamento del direttore generale dell’Urbanistica, Paola Cannas, e del comandante del Corpo forestale della Regione, Giuseppe Delogu.

Si ricorda che con la deliberazione n. 36/7 del 5 settembre 2006 la Regione Sardegna si dotò a suo tempo di un piano paesaggistico regionale portatore di rigorosi vincoli all’edificazione sulle coste. Già con la normativa in questione la Regione Sardegna esplicitò la propria ferma intenzione a “preservare, tutelare, valorizzare e tramandare alle generazioni future l’identità ambientale, storica, culturale e insediativa del territorio sardo; proteggere e tutelare il paesaggio culturale e naturale e la relativa biodiversità; assicurare la salvaguardia del territorio e promuoverne forme di sviluppo sostenibile, al fine di conservarne e migliorarne le qualità”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sardegna: nucleo di monitoraggio contro l’abusivismo edilizio Edilone.it