Rischio idraulico, in Lombardia arrivano 16 milioni per la messa in sicurezza | Edilone.it

Rischio idraulico, in Lombardia arrivano 16 milioni per la messa in sicurezza

wpid-18628_rischioidrogeologico.jpg
image_pdf

Dalla Lombardia arriva uno stanziamento di 16,7 milioni di euro per una serie di opere sul territorio regionale a salvaguardia del territorio, come la messa in sicurezza di argini e frane o la mitigazione del rischio di alluvioni. Ne ha dato annuncio Viviana Beccalossi, assessore regionale al territorio, urbanistica e difesa del suolo, dopo l’approvazione da parte della Giunta del ‘Programma triennale di interventi prioritari di manutenzione dei corsi d’acqua e difesa del suolo nei bacini lombardi’.

Delle risorse complessive, 11 milioni serviranno nello specifico a finanziare 47 opere nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia e Varese. Altri 1,58 milioni verranno destinati agli interventi di mitigazione del rischio idraulico dell’area Nord Milano, e infine i restanti 4,2 milioni sono destinati alle Comunità Montane della Provincia di Sondrio.

L’ampio numero di richieste raccolte nelle province, ben superiori alla disponibilità attuale delle risorse, conferma la stringente necessità di interventi per la messa in sicurezza del suolo, almeno in Lombardia. Tra i 195 interventi individuati, spiega Beccalossi, sono state scelte “le situazioni più a rischio e quelle che consentiranno di completare dei lotti importanti o comunque di avviare il più celermente possibile nuovi cantieri”, mentre le opere restanti non finanziate entreranno a far parte di una lista che verrà utilizzata come base per ulteriori stanziamenti, in caso entrino altre risorse.

Da un’analisi della lista di interventi, emerge la più alta concentrazione di interventi nelle province di Bergamo (con 2,6 milioni di euro complessivi) e Brescia (quasi 2,9 milioni). Le opere che hanno ricevuto il finanziamento più alto sono la manutenzione opere paravalanghe a Valbondione (Bg, 700 mila euro), gli interventi prioritari di sistemazione idrogeologica della Val Trompia nel bresciano (620 mila euro), la sistemazione dell’argine del Po nel tratto San Martino-Cizzolo a Viadana nel mantovano (600 mila euro).

Da rilevare infine che nel monte complessivo di risorse destinate alle Comunità Montane della Provincia di Sondrio, l’Alta Valtellina ha ricevuto un finanziamento di oltre 2,5 milioni di euro.

Copyright © - Riproduzione riservata
Rischio idraulico, in Lombardia arrivano 16 milioni per la messa in sicurezza Edilone.it